Viaggio on the Road: consigli per un viaggio indimenticabile

Viaggio on the Road: consigli per un viaggio indimenticabile

Gran parte dei miei viaggi sono stati, e lo sono tutt’ora, dei viaggi on the road.

Ripensando ai primi viaggio on the road, sorrido se penso a quanti errori ho fatto, a quanto tempo impiegavo per organizzarli e puntualmente dimenticavo qualcosa. Il primo on the road in Namibia è stato un disastro: non conoscevamo l’auto, così che siamo rimasti ore sotto il sole con la macchina insabbiata solo perchè non sapevamo che, per attivare il 4×4, bastava “girare una farfalla” posta direttamente nelle ruote!

Così, ho pensato di riassumere gli stadi principali per organizzare al meglio un viaggio on the road.

L’idea è nata seguendo Momondo, che proprio in questi giorni sta raccogliendo consigli su come “Come organizzare un Road Trip di Successo“.

Eccomi allora a pensare ai miei viaggi e cercare di raccogliere in poche righe suggerimenti e consigli utili per trasformare, un banale viaggio in auto, in un meraviglioso e indimenticabile viaggio on the road.

1. Meta

la prima e fondamentale questione è la META: ci sono viaggi che si possono fare on the road, altri che non hanno senso. Maldive on the road.. un po’ difficile direi, qui piuttosto un on the beach o under the water! Scherzi a parte, ci sono mete che assumono un fascino irresistibile se fatti “con quattro ruote”. Penso ad esempio ai Parchi dell’Ovest USA, all’outbach Australiano o ancora al Sudafrica.

In linea di massima, un viaggio on the road richiede mete dove il viaggio non è tanto arrivare in un posto, ma la bellezza del viaggiare in sé. Chilometri e chilometri di colori, di paesaggi che si trasformano con le ore del giorno e asfalto che diventa un tuo caro amico.

On the road south africa

 

2. Automobile

il viaggio on the road per eccellenza è il viaggio in macchina. Scegliere l’auto giusta non è una cosa banale, può cambiare completamente il tipo di avventura.

Ecco allora un fuoristrada, con tenda sulla cappotta per godersi al meglio (e in sicurezza) gli straordinari paesaggi della Namibia. Oppure una normale automobile per scorazzare fra cactus e massi di granito in Baja California.

Per scegliere l’auto, vi consiglio di andare nei vari siti di noleggio (Momondo noleggi per esempio) e verificare tipologia e costi. Noleggiare un auto è una attività che richiede un po’ di tempo, ci sono molte cose a cui fare attenzione, ve le ho riassunte su Consigli per Noleggiare un auto mini guida.

Ricordatevi di fare tutte le verifiche, in primis chiedere che tipo di carburante utilizza l’auto e, soprattutto, come funziona l’auto!

viaggio on the road, australia

 

3. Itinerario

L’itinerario in un viaggio on the road non deve essere rigido, ma ci deve essere. Si, si può partire all’avventura, ma generalmente si ha un tempo a disposizione, quindi l’ideale è organizzare un itinerario di massima che rispetti questi tempi.

Io preparo l’itinerario leggendo qua e là sui vari siti web e avendo davanti una mappa del posto. Mi segno i posti che per me valgono una sosta (mi lascio ispirare dal mio sesto senso), calcolo i chilometri senza strafare (cerco di non superare i 500 chilometri in un giorno, in media calcolo circa 200 chilometri al giorno) e calcolo i giorni a disposizione in difetto (se ne ho 15, calcolo 13 giorni utili).

Una volta pronto il “canovaccio” di viaggio si parte, ma è lungo la strada che scopro i veri tesori da visitare, quelli che mi consigliano le persone del posto o altri viaggiatori, quando siamo seduti attorno ad un fuoco in campeggio. 

4. Pernottamenti

Il tipo di pernottamenti dipende dalla meta.

Ci sono luoghi in cui campeggi o alloggi di ogni genere si trovano facilmente (USA per esempio), altri invece in cui a fatica si trova qualcosa (Outbach Australiano).

Ci sono poi luoghi in cui si trovano più campeggi che alloggi (Zambia) e altri al contrario, si trovano più camere che campeggi (Namibia).

Qualunque sia il tipo di alloggio che scegliamo, per decidere l’itinerario è opportuno dare un occhiata a cosa si trova lungo la strada. Per avere la massima libertà, io generalmente non prenoto la camera o il campeggio, così posso decidere giorno per giorno dove fermarmi per la notte. Bisogna fare attenzione, però, che ci possono essere dei casi eccezionali, tipo alcuni parchi ad agosto (Etosha in Namibia per esempio), che richiedono una prenotazione anticipata. Di solito prenoto solo la notte di quando arrivo e quando parto.

Ricordo uno dei più bei pernottamenti fatti, non prenotato ma fortemente desiderato: abbiamo dormito sotto le stelle al Kennedy Range NP nel Western Australia. Questo è il meglio che si possa fare in un viaggio on the road, ma non si può fare ovunque!

On the road sudafrica
Viaggio on the road Sud Africa

 

5. Bagaglio

Il viaggio on the Road è un viaggio nel viaggio, un viaggio in cui non serve portare con se tante cose. Il consiglio è quello di cercare di avere il minimo indispensabile e far in modo che tutto possa stare nel bagagliaio (così quando ci si ferma non si da troppo nell’occhio). Ah, non dimeticatevi un po’ di musica… altrimenti provvedo io a cantare!

Sul cosa portare, io mi sono fatta una lista negli anni. Eh già una lunga lista adattabile al luogo in cui si viaggia. Una torcia ad esempio, è indispensabile se si viaggia in alcune zone remote e dove non ci sono luci, fondamentale per andare al bagno senza rischiare di pestare qualche tenda (o testa di un campeggiatore) o di ritrovarsi immersi in una pozzanghera d’acqua. E un po’ di sapone per lavare: per portarmi bagagli leggeri, uso lavare le magliette in campeggio e poi stenderle nei sedili dietro, in un giorno si asciugano e alla sera sono profumati e pronti per essere utilizzati.

road viaggio on the road, auto in baja california
Viaggio On The Road in Baja California

6. Periodo

Il quando andare, è un gran tema, perchè ci sono posti che meritano di essere visti con il cielo terso, altri dove invece si va alla ricerca di lampi e tuoni. In poche parole, analizzare il periodo ideale per visitare un paese è fondamentale, ma a volte non è sempre possibile, causa ferie obbligate ad agosto! Ma essendo il viaggio on the road il viaggio nel viaggio, godiamocelo comunque anche se pioverà o farà freddo. Se volete alcune combinazioni di viaggio ideali, date un occhiata al mio post Quando andare


Viaggio on the road, australia roadhosue
Viaggio On The Road in Western Australia

Ecco questi sono i miei pochi punti da seguire per un viaggio on the road.

Ma la verità unica e assoluta di un viaggio on the road è che non esiste il viaggio perfetto.

Il viaggio on the road significa libertà ed è cosi che deve essere vissuto.

Allora sta bene un itinerario, ma perdetelo. Ok all’alloggio, ma sorridete se sarete costretti a dormire in auto. Il bagaglio, poi, vi divertirete da matti se vi perderanno la valigia (a noi è capitato spesso e abbiamo viaggiato molto molto leggeri!).

Questo per me è il viaggio on the road indimenticabile.

Quel viaggio in cui salite in macchina e da quel momento non c’er più niente e nessuno, solo voi e la strada. Paesaggi che corrono con voi, profumi che invadono l’auto, vento che vi scompiglia i capelli e tanta tanta voglia di scoprire.

Non lasciatevi influenzare da ciò che gli altri possono pensare o dire, il viaggio on the road è il vostro viaggio. Non c’è giusto o sbagliato. Volete vedere mille cose in tre giorni, fatelo se è ciò che vi appassiona. Volete trascorrere le giornate in auto senza fermarvi, allora macinate chilometri e chilometri senza fermarvi.

Il viaggio on the road è la strada, è quel viaggio in cui i protagonisti siete voi e la strada, voi e il vento, voi e il vostro desiderio di scoprire. Perchè ogni volta che vi fermerete, con il sedere indolenzito, vi ricorderete di quel posto anche dopo anni e anni. Perchè non c’è nulla di meglio che un viaggio in cui i chilometri sono diventati il vostro tempo.

Cambiate strada, prendete la viuzza impolverata, siate curiosi di ciò che non vedete subito, andate al di là della città famosa…seguite ogni tanto la vostra follia.

 

viaggio on the road, auto della polizia
Viaggio On The Road in Florida

In un viaggio on the road avrete la sensazione che il mondo vi appartiene, che tutto è possibile.

Potrete incontrare intoppi, la batteria che si rompe, la macchina che si insabbia, distributori che non hanno più la benzina… ma il viaggio continua.

Continua perchè sarete disposti a fare chilometri per tovare un aiuto, perchè dopo ore a spalare sabbia appare un salvatore o perchè vi siete ricodati di riempire la tanica di emergenza.

E sapete cosa c’è di bello in tutto ciò? Che ogni intoppo, ogni problema si trasforma in una avventura, una meravigliosa perla della vostra vita …questa è la straordinarietà di un Road Trip.

 

Siete pronti a partire? Fatelo oggi, non rimandate, partite, divertitevi e godetevi la strada …

…una valigia leggera, una macchina fotografica e un sorriso grande come il mondo!

Viaggio on the road, USA Monument Valley
Viaggio On The Road in Arizona Utah Nevada e California

 

#owtravelers  #admomondo

6 Replies to “Viaggio on the Road: consigli per un viaggio indimenticabile”

  1. non sono così avventurosa come voi nella scelta delle mete, ma anche a me piace molto il viaggio on the road. Io, potendo, prenoto solo gli hotel dei primi giorni e poi opziono quelli degli ultimi giorni lasciandomi la possibilità di cambiare tempi e tappe… Per lasciarmi trasportare dagli eventi ma cercando di avere dei cuscinetti d’atterraggio in caso di problemi.

  2. Hai ragione! L’essenza di un on-the-road è proprio la strada! Vedere i paesaggi ed immergerti nella cultura del posto con i suoi sapori ed odori.
    Noi adoriamo questi viaggi ed ormai viaggiamo solo così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.