Cosa mettere in valigia: lista della spesa

Cosa mettere in valigia: lista della spesa

Cosa mettere in valigia? Cosa portare in viaggio?

Eh si, come una brava casalinga, che va a fare la supermercato, anche noi viaggiatori dobbiamo farci una lista della spesa, per evitare di trovarci a mille miglia di distanza …senza i calzini.

La cosa migliore è farsi una propria check list con tutte le cose da portare in un viaggio, depennando poi, a seconda della meta, quelle cose che non servono.

Se ci avventuriamo in Africa, con in programma qualche passaggio nel deserto o in zone disabitate, la bussola è fondamentale. Se invece andiamo una settimana alla Seychelles, anche se non abbiamo la bussola, non ci perderemmo di certo.

Ma come costruirci la nostra lista della spesa?

Ognuno di noi ha delle necessità, abitudini, o oggetti scaramantici che devono trovare assolutamente posto in valigia e, senza i quali, pensiamo che il viaggio vada male.

Io ho un vecchio orologio che uso solo per andare in viaggio, e guai a non portarlo con me

Una cosa però ho imparato, mettere in valigia solo il necessario, piuttosto lascio spazio per souvenir, libri o ricordi che poi mi pentirei non aver portato a casa.

Ecco come l’ho scoperto: viaggio per la Baja California. Arrivati in aeroporto a San Diego scopriamo che i nostri bagagli non ci sono, spariti. Siamo rimasti per l’intero viaggio di 3 settimane senza le valigie (che abbiamo ritrovato in aeroporto solo il giorno del ritorno), così ci siamo arrangiati con un paio di pantaloncini, due canottiere, un paio di scarpe da ginnastica, un dentifricio e uno spazzolino, il tutto comprati da Target a San Diego.

Da quel viaggio ho imparato che il 60% delle cose che mettevo in valigia non servivano, non le usavo e le avrei riportate a casa intonse. Ecco perchè oggi metto il minimo indispensabile, ovvero quello che non potrei comprare li (esempio le mie lenti a contatto). Quello che “posso vivere lo stesso anche se non ce l’ho ” (esempio l’olio per i capelli ) lo lascio a casa.

Cosa mettere in valigia, baja california Guerrero Negro

Alcuni accorgimenti:

Evito di portare grossi pesi, come lo shampoo o il balsamo: spesso li trovo nell’hotel della prima notte (anche se ultimamente gli hotel usano i ricaricabili 🙁 ) oppure me li compro nei supermercati;

→ Se andate in campeggio molto utile è avere un pezzo di corda e delle mollette per stendere i panni bagnati. Idem anche se andate in hotel o appartamento, lavare i panni è intelligente per evitare di portare 20 magliette;

→ Utile anche avere un canovaccio, sia che andiate in campeggio sia che pernottiate in un appartamento. Il canovaccio è utile sia per asciugare i piatti, sia per avere una piccola tovaglietta per mangiare (in Italia mangiamo con la tovaglia, ma non è così dappertutto, il resto del mondo usa direttamente i piatti oppure piccoli sottopiatti in tessuto o canapa);

→ Ricordatevi di portare con voi un adattatore di corrente, utili sono quelli multipli, perchè utilizzabili in ogni paese (Usa, Australia, Europa e UK) e con le prese Usb, così si possono caricare più dispositivi alla volata. Suggerisco di comprarlo on line (costo ca 10/13 euro su Amazon) piuttosto che in aeroporto, perchè costa il doppio.

Qui potete trovare la mia lista “cose da mettere in valigia”, che essendo in formato pdf potete scaricare. Se dovete modificarla, scrivetemi, così vi mando il file in excel. Per vedere il file cliccate Lista della Spesa

COSA SI TROVA DI PAESE IN PAESE

AFRICA SUBSAHARIANA

Dove fare la spesa? In generale in Africa trovate supermercati ovunque, anche in Malawi o Zambia troverete piccole bancarelle in cui poter acquistare l’eventuale dentifricio dimenticato o lo shampoo. Frutta e verdura a buon prezzo lungo le strade, ma altri generi alimentari conviene sempre comperarli nei supermercati delle città principali.

Abbigliamento non se ne trova in Africa, se non nelle principali città (es. CapeTown, Windhoek), mentre si trovano abiti tipici ovunque nei villaggi più grandi.

Medicinali: a parte le città principali, non è facile trovare farmacie e, quando si trovano, è difficile farsi capire. In Africa diventa utile ed indispensabile avere una buona “farmacia di viaggio”. I medicinali sono, per un viaggio in Africa, la prima cosa da mettere in valigia.

AUSTRALIA, USA, AMERICA LATINA

In questi paesi c’è solo l’imbarazzo della scelta in quanto ad abbigliamento. Però se ci allontaniamo dai centri abitati principali in America Latina ed in Australia, non è facile trovare una maglietta.

Dove fare la spesa? Cibo e bevande ovunque e spesso ad ogni ora. In Usa e Australia si trovano stazioni carburante aperte 24/7, con ampio supermercato e cibo pronto. In America Latina, lungo le strade, si incrociano bancarelle sempre aperte.

Medicine. Usa e Australia, farmacie aperte ad ogni ora del giorno e anche drive-in. Per trovare il medicinale che cerchiamo, la cosa migliore è chiedere il principio attivo, con quello ci si capisce sempre. In America Latina o nel bush australiano, è difficile trovare le farmacie, meglio portarsi una buona “scorta per il viaggio”.

cosa mettere in valigia

ASIA

Valgono le stesse considerazioni fatte per lAfrica.

Medicinali In Asia non sono facili da trovare, obbligatorio una buona farmacia da viaggio. Cibo e bevande si trovano tranquillamente nei supermercati delle principali città, aperti fino alle sette/otto di sera. Lungo le strade, invece, si possono trovare bancarelle con frutta e verdura o cibo locale, aperte dall’alba fino a tarda sera. Abbigliamento “occidentale” solo nelle grandi città, mentre nelle zone rurali o comunque lontane dai centri principali, si trovano negozietti con abiti locali e cibo locale. Ma non bisogna mai disperare.

Indonesia, isola di Giava, avevo terminato cioccolatini e caramelle ed ero in astinenza da quasi una settimana. Su una bancarella, davanti ad uno dei numerosi templi, fra una statuina ed un piattino d’orato, ho scovato alcuni pacchetti di Mentos. Non so a che “epoca” risalissero, ma in quel momento mi sono sembrate le caramelle più buone del mondo.

Serve ancora la lista della spesa?

Purtroppo con il passare degli anni in ogni parte del mondo riusciamo a trovare cose che abbiamo abitualmente in Italia: dalle caramelle, ai cappelli, agli assorbenti, al dentifricio e alle lenti. E’ utile, si, trovare ovunque le stesse cose, ma sarebbe anche bello non trovarle.

Nei miei primi viaggi a fatica trovavo le mie adorate caramelle, così mi abituavo a mangiare altre cose, come pezzi di pane verde sottilissimo degli indiani Hopi o una polenta giallo grigio preparata dai Masai in Tanzania.

In Italia, se mi mancava qualcosa all’ultimo minuto, andavo su Amazon e con Amazon Prime mi facevo spedire quello che mi mancava in un giorno. Ma dobbiamo ricordarci che Amazon non è ovunque… per fortuna. In Australia, ad esempio, il colosso americano ha aperto a fine novembre 2017, in Africa non c’è per il momento, e così per molti altri paesi. Ecco perchè è importante comunque avere una propria lista della spesa 🙂

Comunque imparare ad arrangiarsi con quello che si ha e si trova è uno degli insegnamenti più importanti che ho acquisito negli anni di viaggio.

✔️ In Tanzania i campeggi erano molto spartani e non avevamo il gas per cucinare. La nostra guida ci ha insegnato a cucinare l’uovo dentro una cipolla svuotata, cucinata direttamente nella brace. Buonissima 🙂

✔️ In un campeggio in Zimbabwe non avevamo acqua corrente, ma solo poche bottiglie, che rendevano l’acqua preziosissima. Per lavarci i denti sprecavamo tantissima acqua. Da alcuni ranger del parco abbiamo imparato a mettere un po’ d’acqua in un bicchiere e con quella lavarci i denti. Da allora non lascio più scorrere, inutilmente, il rubinetto dell’acqua a casa !

cosa mettere in valigia

 

E voi, avete la vostra lista della spesa? scrivetemelo nei commenti

Qui trovate la mia top 5 delle5 cose che non possono mai mancare nella mia valigia

Infografica per vostra comodità d’uso

cosa mettere in valigia-Lista della spesa1

 

Cosa mettere in valigia-lista della spesa 2

14 Replies to “Cosa mettere in valigia: lista della spesa”

  1. Anche io faccio una lista della spesa simile alla tua (ad eccezione delle medicine a cui ho sempre dato il nome commerciale e io di mi hai dato un ottimo suggerimento).
    Una cosa che faccio spesso, sperando di non trovarmi nella situazione estrema che ci perdano due valigie in un botto, è quella di suddividere i vestiti su due valigie… così uno si trova almeno la metà dei vestiti e non Zero assoluto.

  2. Bellissima l’idea di condividere con noi la tua lista, io solitamente uso un post it che vado ad aggiornare giorno per giorno prima del viaggio. assemblo tutto sul letto e poi faccio una scrematura. Utilissimi i tuoi consiglia anche per le destinazioni che non ho ancora mai visitato!

    1. Grazie Yle, a forza di fare e disfare valigie anche x lavoro ad un certo punto mi sono fatta la lista e ora impiego 5 minuti e nn dimentico più nulla

  3. Viaggiando in moto ho imparato anch’io a portare con me il mminimo indispensabile! La “do list” è fantastica! Grazie per la condivisione!

  4. molto interessante questo tuo post. io dopo aver fatto il cammino di santiago ho imparato a viaggiare con zainetto ovunque vada perché lo zaino è una croce ed è meglio comprare il superfluo sul posto..

  5. Io ci sono quasi, ad ogni viaggio riduco un po’ la valigia anche se di alcune cose non riesco proprio a fare a meno. Ma in effetti ogni volta torno a casa con qualcosa che non ho nemmeno tirato fuori dalla valigia e allora ci possono essere ancora margini di miglioramento!

  6. Sono esattamente come te! Oramai (grazie al cielo) ho un po’ di viaggi alle spalle e ho imparato a viaggiare leggerissima. In genere solo bagaglio a mano, nel quale faccio entrare anche macchina fotografica e obiettivo. Ancora mi ricordo un viaggio itinerante nel quale mi trascinai dietro un’enorme Samsonite per 15 giorni. MAI PIU’!!!

  7. Un articolo davvero interessante e geniale è la lista della spesa in pdf. Mi hai fatto morire dal ridere quando hai scritto delle Mentos (saranno state degli anni ’80?) 😀 E comunque è vero e lo continuo a confermare anche io: valige scarne! Ciò che ci serve in viaggio è solo l’essenziale. Tutto il resto si può o lasciare da parte o comprare lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.