Lo strano caso della … ciabatta smarrita

Lo strano caso della … ciabatta smarrita

Vorrei avere al mio fianco Leroy Jethro Gibbs, solo lui potrebbe chiarirmi il caso della … ciabatta smarrita

La prima volta che ho visitato l’Australia, Sydney in particolare, non ci avevo fatto caso. Quando poi, due anni fa, mi sono trasferita nel Western Australia, precisamente a Perth, ho notato immediatamente una cosa stranissima: la ciabatta smarrita.

Vi chiederete se avete letto bene, si si, sto parlando proprio di una ciabatta.

Avete presente le flip flop o infradito? Esattamente quelle, ma la particolarità è che si tratta di una,  solamente di una ciabatta smarrita.

Appena ci siamo trasferiti a Perth abbiamo iniziato a fare lunghissime passeggiate lungo l’oceano. Tutto il Western Australia è costeggiato dall’oceano e ci sono chilometri e chilometri di sentieri, i cosiddetti “pedestrian paths“. Ogni week end siamo soliti esplorare la zona attorno a noi, da nord a sud, da est a ovest. Abbiamo un mondo da scoprire.

Se volete leggere le mie avventure nel Western Australia, le trovate qui.

lo strano caso della ciabatta smarrita

Nella nostra prima passeggiata facciamo il nostro primo incontro: una bella, nera e nuova ciabatta era li che ci guardava. Stava lungo il “path“, da sola, era quasi commovente vederla a testa in giù. Ci è venuto spontaneo guadarci attorno per ritrovare la sua compagna, ma inutilmente, lei era rimasta li da sola.

Da quella volta, di “lone flip flop” (infradito solitaria) ne abbiamo viste tantissime.

In spiaggia naturalmente, ma anche nei parcheggi dei supermercati, nelle aree adibite a BBQ, in centro a Perth, lungo le autostrade. Credetemi, se fate un viaggio nel Western Australia e guardate attentamente per terra, ne vedrete decine e decine e di ogni colore.

E la cosa che mi fa sorridere è che sono sempre da sole, sono ciabatte single!

ciabatta smarrita, Lancelin

Alcuni indizi

Partiamo dal presupposto che le ciabatte sono le “scarpe” per antonomasia di ogni australiano “vero”. Si vedono australiani in ciabatte dappertutto, dal centro città, in banca, nei supermercati, all’aeroporto. Anche io ho adottato questo stile ed è comodissimo, ti da proprio il senso della libertà, altro che tacco 12 o scarpe con i lacci! Certo per le cerimonie, grandi eventi e per il lavoro d’ufficio non si usano, ma, per il resto del tempo, sono assolutamente indispensabili e super comode.

Altro punto a favore della “perdita” della ciabatta, è che costano veramente poco. A parte quelle firmate, il resto delle Flip Flop si trovano a 2 o 3 dollari (circa 1 euro). Anche le Havaianas costano meno che da noi. Si comprano dappertutto, dai supermercati ai negozi di souvenirs.

Ce ne sono di tantissimi tipi, da quelle colorate, da quelle con inserti in pelle, in tessuto, fino a quelle di legno vero e con perline a forma di fiore. Ah, per essere precisi, in australiano non si chiamano “flip flop” ma “thong“.

Tanto per darvi un idea di quanto “importanti” siano le ciabatte in Australia, ci sono perfino dei distributori automatici di Thong. Ciabatte che in tre secondi sono a disposizione, come una lattina di coka cola. Questo fa capire come le ciabatte non siano solo un semplice paio di scarpe, ma fanno parte della cultura australiana.

Ultimo indizio sulla ciabatta è che, essendo leggere ed essendoci nel Western Australia spesso molto vento, facilmente possono volare via. It’s simple (semplice)

 

ciabatta smarrita da bambino

Testimoni

Un altra cosa strana è che, a parte noi due, non ci sono testimoni. Sembra che nessuno si sia accorto di questa particolarità e che nessuno le veda, pur passandoci a fianco. Ormai sembra diventata una cosa ordinaria, camminare e andare in bicicletta schivando abilmente le ciabatte.

ciabatta smarrita in spiaggia

 

 

Il corpo del reato: la ciabatta smarrita

Al di la degli indizi, della mancanza di testimoni, il corpo del reato esiste. Rimane per me un grande mistero la perdita di UNA sola, una singola ciabatta.

Ogni volta che ne trovo una, penso sempre “ma chi può perdere una sola ciabatta“?

Fosse una ciabatta da bimbo, capirei, forse, ma non sono solo da bambini. Anzi, per lo più si tratta di una ciabatta da adulto, e ho anche notato, che spesso è del piede destro. Anyway, uno si accorgerà di averla persa, o no?

Se sta camminando lungo il sentiero, prima o poi, gli faranno male i piedi e dirà “cavolo, ho perso la ciabatta”. Mah, è veramente un mistero.

E l’altra ciabatta rimasta, sarà finita nel cassonetto, immagino. O magari no, si spera di ritrovarla e riformare la coppia. Forse questo spiega anche il perchè, a volte, si vedono persone camminare con thong spaiate.

ciabatta smarrita a Mindarie

 

 

Allora ho iniziato a pensare al motivo di così tante ciabatte smarrite. Alla fine sono arrivata a queste possibili conclusioni:

  • camminare a piedi nudi è fantastico, così uno se le toglie e, nel metterle nello zaino, ne perde una;
  • si mettono le ciabatte nel “cassone” della macchina (qui ci sono tantissimi “Ute“) e con il vento, una, vola via;
  • si va in bicicletta e si mettono le ciabatte sul cestino, pronti per andare in spiaggia, ma, una, salta fuori;
  • in macchina, i bambini litigano e per calmarli, gli si tira una ciabatta che, invece di colpirli, esce attraverso il finestrino.

Ma quello che ho deciso essere il mio motivo è un motivo romantico, quello che fa dell’Australia un paese delle favole:

perdo la ciabatta nella speranza che qualcuno la trovi e, come un principe azzurro o principessa rosa, vada alla ricerca del proprietario, di cui si innamorerà e … vissero per sempre felici e contenti.

A parte gli scherzi, sto cercando seriamente una motivazione, ma devo anche dire, che oramai, mi sto divertendo a scattare le foto delle varie ciabatte che trovo per la strada e se un giorno non ne vedrò più, forse, diventerò triste anche io, proprio come la ciabatta smarrita.

Come si fa a non amare questo paese, un paese così immenso che, perdere una ciabatta, è fare un po’ come “pollicino con le briciole di pane”!

 

E secondo voi, perchè qui perdono solo UNA ciabatta? Please, scrivetemi nei commenti la vostra idea… più bizzarra è e più sicuramente si avvicinerà alla verità

ciabatta smarrita a Lancelin

ciabatta smarrita, distributore automatico

 

32 Replies to “Lo strano caso della … ciabatta smarrita”

  1. Innanzitutto complimenti per il blog che ho appena scoperto! poi questo articolo TOP, troppo carino! mi sono particolarmente appassionata alle vicende della ciabatta, mi hai fatto pensare al fil del Meraviglioso mondo di Amelie e a quando lei pensa alle possibilità più “plausibili” 😀 Purtroppo non sono mai stata in Australia ma ovviamente prima o poi ci andrò e devo assolutamente farci caso!

  2. ahah divertentissimo questo articolo 🙂 a me una volta si è rotta l’infradito in valigia….girato tutta Valencia per comprarne una come piaceva a me 🙂 🙂

  3. Ahahah meraviglioso questo post, mi hai fatto divertire tantissimo! 🙂 Povere ciabatte smarrite, fanno tanta tenerezza! E sei stata bravissima a raccogliere le prove di questo mistero con tante fotografie! Io comunque voto per l’ultima opzione, quella più sentimentale e cenerentolosa: le ciabatte smarrite vengono lasciate in giro di proposito sperando che, prima o poi, vengano trovate dal principe azzurro (o dalla principessa rosa)! 🙂

  4. Mi ha fatto un sacco sorridere l’articolo 😀 ci sono certi dettagli alle volte del Paese in cui si arriva che ci sembrano così carinamente bizzarri che alle volte ce ne innamoriamo.

    p.s: e io che pensavo che i giapponesi a distributori automatici fossero imbattibili XD e invece …

  5. Eh no! Io ho letto tutto il tuo articolo aspettando il lieto fine (cioè la soluzione dell’enigma) e invece mi lasci così in sospeso…Davvero una cosa bizzarra!

  6. Ahah, non ne ho proprio idea ma me lo chiedo sempre anch’io quando ogni tanto mi capita di vedere una scarpa abbandonata per strada!!

  7. Bellissimo! Ho sorriso leggendolo. E ho pensato alla favola dei calzini spaiati. E comunque potrebbe essere un “movimento” come quello che c’è in Italia delle scarpe da uomo abbandonate… Io l’ho scoperto su instagram e me ne sono innamorata.

  8. la ciabatta come anche in alcuni paesi asiatici, serve per fare la fila. In Australia quando piantano i pali e montano la rete di beachvolley per seguire a chi tocca, mettono la ciabattavicino al palo. Piu sei lontano dal palo con la tua ciabatta e piu ti tocca asepttare per giocare. Molti hanno la ciabatta per le file. perché magari poi se ne vanno e lasciano la ciabatta li. Cose viste, vissute e sperimentate quelle che ti sto dicendo. 😉

  9. No vabbè… il distributore di ciabatte è il top! Se ci pensi bene è un salvavita se, come è capitato a me, si rompe la ciabatta quando meno te lo aspetti AHAHA
    Ma sai che mi è presa un po’ di malinconia a pensare a tutte le ciabatte “single” sparse per il mondo? XD

  10. Articolo molto simpatico! I distributori automatici di ciabatte comunque sono il top, non ne avevo idea! E sì, è decisamente un dettaglio che mostra l’importanza per la vita di tutti i giorni ^^

  11. Che ridere… Io ho pensato ai calzini spaiati e alla canzone “Il paradiso dei calzini” di Vinicio Capossela: chissà se in quel paradiso ci sono anche le flip flop spaiate?

  12. Mi hai fatta morire! 😀 la prima cosa che ho pensato è che magari cadono dalla borsa mentre uno cammina, magari si tratta di quelle di riserva e non è detto che la persona le avesse ai piedi..però è davvero un mistero, possibile che ci siano così tanti sbadati in Australia?? XD

  13. Oddio mi hai fatto morire!
    In effetti ti sei data delle risposte molto valide.. 😉
    E comunque il distributore di ciabatte è fantastico!

  14. Ahahahah!! Devi scoprire il mistero.. forse perdere ciabatte è molto più semplice di perdere scarpe.. perchè leggere! Chissà! Certo che non trovarne mai due è curioso! Curioso è anche il distributore di ciabatte.. non l’avevo mai sentita questa! Ahahah

  15. Oddio mi sto ammazzando dalle risate! “Cadaveri” di ciabatte in solitudine ovunque! Una particolarità veramente tipica e divertente, Anche se devo dire che il distributore automatico mi ha sorpresa ancora di più 😀

  16. Sono capitata sul tuo blog mentre facevo una ricerca per un viaggio fai da te in Messico… devo ringraziarti molto per le info che hai fornito a riguardo della Baja California. Per quanto riguarda questo post sulle ciabatte smarrite, lo trovo esilarante! Complimenti ancora, sei una persona solare.
    Feferica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *