Volo Aereo: quale posto scegliere

Volo Aereo: quale posto scegliere

Una volta che abbiamo comprato il biglietto aereo (vedi post volo aereo: quando e dove comprare il biglietto), un aspetto da non sottovalutare e da non dimenticare, è la scelta del posto. Che si tratti di un volo di poche ore, o di una tratta di dieci ore, la scelta del posto dove sedere può fare la differenza.

Certo, se potessimo viaggiare sempre in Prima Classe o in Business il problema non si porrebbe. Viaggiando in Economy invece, è opportuno, quando se ne ha la possibilità, cercare il miglior posto in aereo.

Ci sono posti vicino alle cucine, possono piacere perchè magari si è i primi a mangiare, ma sono anche molto rumorosi e spesso trafficati. Stesso discorso vale per i posti vicino ai bagni, a volte possono formarsi delle code e quindi non sempre piacevoli. Altre volte possono essere comodi quelli nelle ultime file, ma anche qui bisogna fare attenzione perchè gli ultimissimi posti non hanno il sedile reclinabile e quindi, soprattutto nei viaggi lunghi, sono molto scomodi.

Ultimamente le compagnie aeree presentano alcuni posti in economy class più confortevoli, che hanno più spazio per le gambe e sono generalmente quelli vicino alla Business o al piano superiore nei nuovi Airbus A380. Scegliere questi posti generalmente significa pagare un po’ di più.

Nella scelta dei posti, infine, va ricordato che non solo le compagnie low cost (tipo Ryanair) fanno pagare per scegliere il posto a sedere. Purtroppo, negli ultimi anni, molte compagnie di linea hanno introdotto fees per la scelta del posto, in media si tratta di poche decine di euro 10-15 euro a tratta e a persona.

Ma quali sono gli aspetti a cui fare attenzione nella scelta del posto?

1. SeatGuru.com

un utile strumento da avere vicino a sé quando si sceglie il posto a sedere in aereo è l’app o il sito di SeatGuru.com. Questo sito, creato da Matt Daimler nel 2001, raccoglie più di 700 aerei nel mondo e 95 compagnie aeree. Per ognuno viene indicato con un colore la “bontà” del posto: verde, ok; rosso, da evitare; giallo, alcune informazioni da soppesare. Io lo uso da vari anni e mi sono sempre trovata bene, soprattutto dopo che mi sono trovata “al buio”.

Esperienza personale:  una volta avevo prenotato un posto proprio sopra l’ala, vicino al finestrino perchè mi piace guardare il cielo, mi diverto ad inseguire le nuvole finchè volo. Salita in aereo, trovo il posto che avevo prenotato e, giusto quella fila, non aveva il finestrino, ma una grande parete giallina. Ecco, con SeatGuru avrei evitato questo perchè sarebbe stato un posto colorato di giallo e ci sarebbe stata l’indicazione “no window” ovvero che, pur essendo lato finestrino non c’era il finestrino!

Posto aereo, seatguru videata

2. Pronti a pagare

Come anticipato sopra, ultimamente molte compagnie di linea, hanno introdotto dei “prezzi extra” per l’opzione di alcuni sedili, come quelli posti vicino alle uscite di emergenza, che presentano uno spazio maggiore per le gambe. Questi posti possono arrivare anche costare 50/80 euro cadauno. Occhio che i posti vicino alle uscite di emergenza sono generalmente più freddi, quindi salite con pashmina e cappello di lana!

Può capitare che questi posti, così come altri, non siano prenotabili il giorno in cui acquistiamo il biglietto. Ciò perchè alcuni posti sono riservati ai “frequent flyer“. Ma alcuni giorni prima della partenza (generalmente le prime ore del check in on line) se sono ancora disponibili, vengono rilasciati al pubblico indistinto, quindi diamo sempre una controllatina prima della partenza!

Attenzione: a volte per questi posti vicino alle uscite di emergenza viene richiesto di conoscere la lingua inglese, per poter interagire con l’equipaggio nel caso di emergenze.

3. Finestrino o corridoio

La scelta è molto personale, io ad esempio scelgo sempre finestrino.

Il lato positivo del posto vicino al finestrino è che si può guardare fuori, ma non solo. Generalmente è di alcuni centimetri più largo, ma, spesso, è anche più freddo. Lato negativo è che si è incastrati li in fondo, diventa psicologicamente difficile far alzare tutta la fila per uscire. Ma nel contempo è il posto migliore per riposare indisturbati.

Se non vi interessa il panorama e se viaggiate da soli, il corridoio è il posto migliore, perchè vi lascia la libertà di alzarvi quando volete e, ogni tanto, di debordare con le gambe (carello delle vivande permettendo!). L’aspetto negativo è che ogni volta che un altro passeggero della fila deve alzarsi, bisogna alzarsi di conseguenza. Un altro difetto del posto lungo il corridoio è che si è giusti sotto la cappelliera. Avete presente quando le hostess dicono “fate attenzione quando aprite la cappelliera, perchè qualche oggetto potrebbe cadere e ferire qualcuno“? Ecco, quel qualcuno potreste esser voi. Mi sono cadute in testa varie cose, da trolley a didgeridoo di legno, per fortuna nulla di grave.

In generale la scelta, al di là dell’aspetto emozionale, può essere fatta anche in modo razionale: scelgo il finestrino per tratte che non conosco, scelgo il corridoio per tratte che conosco molto bene o che sono di notte.

Consiglio: se optate per il posto vicino al finestrino, a parte verificare che ci sia (vedi punto 1), scegliete posti non centrali, perchè altrimenti l’ala vi nasconderà parte della visuale.

posto aereo, vista dall'aereo

4. Posti davanti e i bulkhead

Fra i posti in economy una buona opzione è la prima fila di economy. La cosa positiva è che non essendoci nessuno davanti, nessuno può reclinare il sedile. A volte però questi posti non sono disponibili, perchè trattenuti dall’ equipaggio. Altre volte questi posti sono i cosiddetti Bulkhead (con la parete davanti) e spesso sono a disposizione di chi ha bambini molto piccoli, quindi non è consigliabile prenotare posti troppo adiacenti a questi, in quanto si rischia di passare tutto il volo in compagnia degli “strilli” degli adorati bambini.

Consiglio:  i posti davanti, 1A 1F sono i migliori nel caso si voli con aerei di dimensioni medio/piccole tipo gli Airbus, perchè un po’ più larghi, più silenziosi e primi ad essere serviti (sono anche i più freddi). I Bulkhead sono invece ideali per chi ha bambini.

5. Centraline elettriche sotto il sedile

Un altra accortezza è verificare la presenza di “box metallici” sotto il sedile. Si tratta di box collegati al video. L’esistenza di questi può limitare lo spazio per le gambe e sentirsi come un “giocatore di pallacanestro in una 500” per tutto il volo. Questa è un altra informazione che SeatGuru fornisce.

6. Turbolenze e mal d’aereo

Chi soffre l’aereo, il posto migliore è nelle file sopra le ali. Questa zona infatti è quella che meno subisce le turbolenze dell’aereo e quindi è decisamente la migliore per chi ha problemi in volo. I repentini movimenti dell’aereo si sentono molto meno, rispetto alla parte finale, che è invece quella che più subisce i sobbalzi in caso di turbolenze.

Curiosità

Un sondaggio sui posti a sedere, sugli aerei standard, ha rivelato che il posto più richiesto è il 6A, mentre il 31E è il meno preferito. Il sondaggio ha dimostrato inoltre che il 46% delle persone preferisce i posti davanti, il 60% preferisce posto finestrino e il 62% preferisce file con numeri pari.

Quindi, perchè non sfruttare queste informazioni per scegliere un posto tranquillo, magari con probabilità che ci sia meno gente? Scegliamo un posto corridoio, fila dispari e in fondo all’aereo, magari saremo fortunati e potremmo perfino sdraiarci!

aguna di venezia dall aereo

In linea di massima ogni viaggiatore ha delle sue preferenze, come dire “dimmi che posto ami, e ti dirò chi sei”.

☘️ C’è chi, ricalcando le orme di Rain Man, sceglie il posto in base alla probabilità di sopravvivere in caso di disastro aereo. In base alle statistiche meglio scegliere i posti verso la coda, piuttosto che davanti. Alcuni anni fa il Times ha fatto una ricerca su i disastri aerei degli ultimi 35 anni e ha concluso che i posti in mezzo e verso la fine del veicolo sono quelli a minor percentuale di fatalità (28% vs 39% del primo terzo dell’aereo). Ma se si sale con questi pensieri… forse è meglio prendere il treno!

🍔 Altri scelgono il posti davanti perchè sono i primi ad essere serviti in caso di pasti a bordo o snack. In questi posti non si corre inoltre il rischio di non avere più scelte nel menù, cosa che invece può capitare se ci si trova in ultima fila.

🥗 Sempre pensando al pasto, c’è chi sceglie volutamente l’ultima fila perchè, essendo l’ultimo servito, può chiedere gentilmente il bis del pasto. Mi sono trovata anche io una volta nell’ultima fila, ero su un volo Emirates. In effetti ho chiesto il bis del dolce e … mi hanno accontentata.

posto aereo, pasto in aereo

 

Ognuno di noi predilige una zona, un posto, fa calcoli e meta pensieri, ma alla fine qualcuno si dovrà pur sedere nei posti “peggiori”.  Ed eccoci, dopo mesi e mesi di ricerche scegliamo il posto, è quello perfetto e poi una volta li, ci troviamo seduti vicino qualcuno “leggemente in sovrappeso” e… addio tutti i ragionati pensieri sul posto migliore!

Il posto migliore esiste? Si certo, quello della Prima Classe, magari la prima classe di un volo di un Airbus A380 come quello  degli Emirates che va da Los Angeles a Dubai per soli 38.000 dollari! Che dire, chi può permettersi questo non avrà certo il patema d’animo di “qual’è il posto migliore in aereo”!

Posto aereo, emirates first class

E voi che posto areo preferite?

OWT-badge

49 Replies to “Volo Aereo: quale posto scegliere”

  1. Io dipende dal viaggio! Quando atterro a Genova mi piace stare nel posto finestrino fila F. La vista di Genova all’atterraggio mi fa emozionare ogni volta e penso sia uno degli atterraggi piu belli di sempre. Quando invece volo di ritorno dall’Irlanda su Londra o viceversa, preferisco il corridoio cosi posso uscire dall’aereo velocemente.

  2. Io sono per il posto corridoio sempre, con il posto finestrino mi sento intrappolata. Come dici tu però il posto migliore è fare l’upgrade in prima classe e devo dire che quando mi è capitato di viaggiare anche solo in business class con Emirates perché l’aereo era pienissimo e avevano fatto spostare alcuni passeggeri era stato davvero fantastico: posto super comodo, cibo da ristorante e addirittura i bicchieri di vetro e le posate di metallo 😉

  3. ma quante cose curiose in questo post! io sono quella del finestrino, ma ultimamente ho scelto il corridoio per potermi muovere indisturbata, inoltre mi hanno spiegato che quando viaggi da solo è più probabile avere posti vuoti in mezzo, che sono utilissimi per potersi allungare un pochino e trovare una posizione migliore. Per il pasto io scelgo uno di quelli “particolari” così scelgo prima, perchè quanto arrivava a me il carrellino c’era sempre scarsità di scelta, per non dire nulla.

  4. Finestrino, sempre e comunque, su ogni mezzo di trasporto! Io devo guardare fuori… Poi quando posso farlo dal cielo è ancora meglio!
    Quest’estate, volando sopra la Nuova Scozia, ho immediatamente riconosciuto i suoi contorni e le zone che conoscevo a memoria come dei segnaposto colorati sulle mappe di Google e mi sono emozionata da morire! A rendere ancora più bella l’esperienza anche la fortunata posizione in business class… Poter viaggiare così è un altra vita. Spero di avere presto altre occasioni 😝

  5. Io scelgo sempre il finestrino e in genere un posto vicino alle ali, perché è la parte più stabile dell’aereo. E, soffrendo di cinetosi, è sempre il mio primo pensiero quando viaggio! Tra l’altro, anche nei viaggi lunghi, non mangio mai, ma mi limito a speluzzicare il panino vuoto proprio per evitare problemi di stomaco… XD

  6. Anna questo tuo articolo è super utile e interessante, non avevo mai pensato a tutte queste sfaccettature in volo! Solitamente se possibile scelgo il posto finestrino perchè sono alta 1,80 e le gambe non so mai dove metterle!!!

    1. Yle, ma sei un gigante, che invidia . Ecco in aereo è l unico posto in cui sono contenta di essere piccolina😁

  7. Non rinuncio al posto lato finestrino! Potendo scegliere appena prima o poco dopo l’ala! Il posto che non sopporto nella
    fila di sedili da 3 è quello al centro! Carino questo articolo!!

  8. Una volta con seat guru mi è successo lo stesso: mi sono ritrovata con una bella parete al posto del finestrino. Eppure ero felice di tutto lo spazio a disposizione, mai viaggio fu più comodo. In genere preferisco i posti in coda perché penso che potrebbero essere i più sicuri ma se per qualche motivo capito davanti non ne faccio un dramma. Una volta però sono finita in coda, vicino al bagno, e ricordo quel viaggio intercontinentale come un incubo per il continuo traffico di persone che andavano a fare la pipì. 🙂

  9. Non avevo mai pensato a tutte queste cose!!! L’unico pensiero che mi viene quando prenoto é: se succede qualcosa qual’e il posto più vicino all’uscita di emergenza?! Sono terribile. Cmq il tuo articolo é davvero molto interessante. 😊

  10. Io di solito scelgo il posto finestrino, anche a me piace guardare fuori, poi io anche nei voli intercontinentali mi alzo davvero poco, quindi una volta seduta e “incastrata” lì sto lì e dormo. L’unica occasione in cui scelgo il posto corridoio è se sono proprio sicura di non riuscire a dormire, allora scelgo un posto esterno perchè così posso alzarmi e fare due passi e sgranchire le gambe…

  11. Davvero molto interessante il tuo articolo! Non conoscevo seatguru, lo proverò! In realtà prendo sempre voli piuttosto corti quindi prendo un posto casuale e via però per il prossimo volo per Bali ci penserò!

  12. Noi viaggiamo in 3, io mio marito e bambina, e abbiamo trovato la soluzione ideale perchè ognuno ama un posto diverso: mio marito che è lungo il corridoio così può mettere I piedi di lato per sgranchirsi, la bimba in mezzo così può dare fastidio a tutti e due, e io al finestrino a godermi i paesaggi senza scrupoli se devo fare alzare mio marito.

  13. È interessante questo articolo e c’è effettivamente chi ci studia molto sulla scelta dei posti. Io non ci ho mai badato particolarmente. Ora approfitto del fatto che con figli abbastanza piccole tante compagnie assicurino l’adulto con il bambino senza un pagamento extra perciò dove mi destinano va bene 😬

  14. interessantissimo…viaggio poco in aereo…ma questo articolo è molto utile e non ignoravo l’esistenza dei siti per i posti….ma ormai non c’è da stupirsi più di nulla..
    ciao

  15. Per i voli sopra le 5 ore io scelgo sempre il corridoio… così sono libera di alzarmi senza disturbare nessuno. Per i voli più corti, invece, sempre finestrino. Voglio osservare il mondo.

  16. Non sapevo si potesse controllare il posto tramite i siti! Io ad esempio sono tra quelli che preferisce i posti davanti perché sono sempre di corsa e preferisco scendere dal’aereo il prima possibile. Ma il finestrino, nonostante il freddo, non me lo toglie mai nessuno! 😉

  17. Che articolo Interessante!!! Non ci avevo mai più di tanto riflettuto, ma effettivamente la scelta del posto è importante se si vuole viaggiare il più comodi possibili, soprattutto durante le tratte lunghe!

  18. Simpatico ed utile questo tuo articolo sulla scelta del posto in aereo.
    Personalmente se posso mi siedo sempre vicino al finestrino e a metà strada tra i bagni e le cucine. Preferisco avere un viaggio più tranquillo e aspettare un attimo per scendere, visto che nessuno ti lascia passare di solito. Sembra che se non ti precipiti fuori dall’aereo perdi il treno!!!
    Non sapevo nulla invece di questo SeatGuru.com. Interessante avere una indicazione sui vari posti!! La proverò 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.