Itinerario New York: 3 modi diversi per vivere la città

Itinerario New York: 3 modi diversi per vivere la città

Dopo avervi raccontato la mia New York a colori, la domanda che in molti mi hanno fatto è: che itinerario seguire? quali sono i luoghi da visitare?

Ci sono mille motivi per andare a New York, ci sono tanti modi per viverla, dipende dai nostri gusti e dal tempo a disposizione, ma qualsiasi siano, New York non vi deluderà!

Come già detto per me New York è bella ovunque, ogni angolo è vivace, ogni strada mette allegria. Ma ci sono alcuni itinerari che possono accontentare modi di viaggiare diversi e che rispondono a: “perchè si viene a New York?”

Itinerario New York riflessi di palazzi

C’è chi va per lo shopping.

Eh già, qui si trovano le principali marche mondiali della moda, qui si può comprare anche l’impensabile. Io non sono amante dello shopping (anche se sono una donna, lo so, non è normale!) ma un salto a Macy o Saks Fifth Avenue l’ho fatto pure io, solo per curiosare. Cosa ho comprato? Nulla, perchè non ho trovato nulla che non fosse di manifattura asiatica. Non è per fare la “snob” ma quando vado in un posto mi piace comprare il “made here“. Che senso ha comprare a New York un capo made in Taiwan o made in Italy?

Non potevo poi non andare da Tiffany, solo per la mia passione per Audrey… nessuna colazione ma gioielli da sogno, “guardare e non comprare”!

Itinerario New York il Flatiron

Il periodo ideale per questa tipologia di viaggio è certamente il periodo dei SALDI. Come per Dubai c’è il mese di febbraio, per New York il mese principale dello shopping è dopo il giorno del Ringraziamento ovvero dal 23 novembre in poi (nel 2018 il 23 novembre è il black friday). Esattamente fino ai primi di gennaio, tutta New York è in saldo. Poi ci sono altri periodi di saldi, come quelli in prossimità delle feste principali, ad esempio per il Memorial Day (fine maggio) o Labour Day (primi di settembre).

Un itinerario ideale per questa tipologia di viaggio può essere questo:

Itinerario New York Shopping

Gli imperdibili di questo itinerario shopping sono:

  • Tiffany
  • Bergdorf (famoso perchè frequentato dai vip)
  • Bloomingdale’s
  • Saks
  • Macy’s

a cui aggiungere tre “mercatini delle pulci”, per un immersione totale nello spirito newyorkese: da non perdere quello di East 67th Street Flea Market, il più antico di New York o il Hell’s Kitchen Flea Market considerato uno dei più particolari.

Chi è appassionato di Musei

a New York si possono trascorre mesi ad ammirare opere d’arte provenienti da ogni angolo di mondo. Io non amo molto i Musei, preferisco la natura, la bellezza di quello che c’è piuttosto che la bellezza di ciò che è stato. Ma non si può non andare a vedere alcuni dei musei più belli al mondo.

A New York si trova forse una delle zone con la maggior concentrazione di arte al mondo, la Museum Mile nella Fifth Avenue (fra la 82nd e 105th) con una decina di musei incredibili concentrati in pochi metri.

Ce ne sono talmente tanti da vedere che non basterebbero diecimila parole per raccontarli tutti. Credo che la cosa migliore sia scegliere alcuni musei in base al gusto personale. Ottimo in tal senso è la lista (in inglese) dei musei presenti a New York, con indicazione del genere e tipologia (esempio Storia, Fotografia etc) che trovate sul sito di Wikipedia.

Itineario New York, il mondo in un paese

Personalmente i Musei che ho preferito sono:

  • il Moma (entrata gratuita il venerdì pomeriggio), uno dei più prestigiosi musei di Arte Moderna al mondo;
  • l’American Museum of Natural History, imperdibile;
  • il museo Guggheneim (entrata gratis al sabato pomeriggio) particolare nella sua struttura bianca;
  • non ultimo il Metropolitan Museum o the Met, fra i più importanti musei al mondo, racconta oltre 5000 anni di arte, già il solo atrio centrale merita la visita.

Ho adorato l’atmosfera da vecchia libreria, della Morgan Library (dove si trova una delle rarissime copie delle Bibbia di Gutenberg). Se volete divertirvi in un museo alternativo, allora lo Spy Museum e il Gulliver’s Gate vi faranno ritornare bambini!

Questo un itinerario di massima per andare alla scoperta dei musei di New York:

itinerario New York Musei

Poi c’è chi ama esplorare.

Chi ama esplorare si muove a piedi, percorre la Fifth Avenue, prende Canal Street e arriva sudato fino al Porto per prendere il battello che lo porterà lungo il fiume Hudson, fino a raggiungere la Statua della Libertà.

New York, statua della libertà

New York è grande ma è molto facile da girare. Basta ricordarsi le regole di base, ovvero street (da ovest a est) e avenue (da nord a sud). Gran parte di New York è concentrata a Manhattan, e la si può esplorare a piedi e prendendo ogni tanto la metropolitana o utilizzando i famosi hop-on-hop-off, così da riposarsi un pò. Se possibile aggiungerei un a visita a Brooklyn, così da respirare lo spirito di libertà, evidente già nelle architetture presenti.

New York, particolare di ponte

Per chi non soffre di vertigini, non fatevi scappare il Ponte di Brooklin a piedi. Potete accedervi da Brooklin (Washington Street) o da Manhattan (dalla City Hall). La vista migliore si ha partendo da Brooklin!

Itinerario New York, murales Harlem

Un altra zona che ritengo molto bella da visitare è quella dei sobborghi, delle vie secondarie che corrono parallele alla Fifth Avenue o alla 27th Street.

Bastano pochi passi per vedere la New York genuina, questa parte della città che mi ricorda “una signora elegante che di sera, struccata e vestita comoda, si siede sul divano a guardare la Tv.“.

Queste stradine di New York improvvisamente tacciono, i rumori sono quelli di chi lavora, è qui che abbiamo trovato una bancherella di frutta e verdura. Passeggiando fra le vie un pò più disordinate, si incontrano giovani ragazzi intenti a disegnare dei Murales. Lungo queste vie minori abbiamo incrociato gli occhi di chi cercava nei rifiuti da mangiare, ma senza fare rumore. Nella zona di Harlem abbiamo seguito delle note Gospel, che ci hanno portato in una piccola chiesa di mattoni.

Infine non dimenticatevi di passeggiare lungo la vecchia ferrovia, la High Line Park, da Gansevoort Street fino al West 34th Street, da cui avrete una veduta dall’alto di Manhattan.

Vi lascio il mio itinerario New York, solo come base di partenza, per il vostro girovagare nella Grande Mela… preparatevi delle creme per i piedi alla sera, avrete i piedi indolenziti, ma il cuore pieno zeppo di emozioni

Itinerario New york base

Gli imperdibili di New York a piedi:

  • Central Park
  • Empire State Bulding
  • Brooklin Bridge
  • tour in battello
  • Time Square
  • High Line Park

Un ultimo consiglio: giro in barca.

Che seguiate l’itinerario New York per appassionati di Shopping o di Musei, che decidiate di girarla a piedi o in metropolitana, dedicate due ore al fiume. Salire su una delle tante barche che solcano le acque del fiume Hudson, vi permetterà di osservare questa meraviglia di città da una prospettiva diversa.

L’Hudson è un fiume tranquillo, al contrario di ciò che pensavo non è molto trafficato, ci sono più barche sul Canal Grande a Venezia! Dalla barca, che si muove lenta, ho potuto vedere la New York a quadretti. Grattacieli di tutte le forme, di tutti i colori che sembra di vedere realizzata in 3d la tua Simcity.

Da qui tutti i rumori, i suoni, tutti quei piedi colorati che si muvono spariscono, rimane solo il fiume con i suoi stroboscopici riflessi.

Itinerario New York, skyline


Qualunque itinerario New York scegliate, penserete sempre di non aver visto questo o quello.

Ma tranquilli, impossibile conoscere a fondo una città così ricca, una città in continua evoluzione e dove nascono ogni giorno Musei, librerie, negozi e alberghi. Dove ogni giorno è da inventare.

Perchè New York va vissuta proprio così: lasciandosi trasportare dai colori, dai suoni della città, seguendo il profumo degli hot-dog e sedendosi a Central Park a non fare nulla.

Nella città dove tutto è verticale, nella città sempre in piedi, sedersi e rimanere a guardare è una delle cose più affascinanti

New York va vissuta in libertà, senza programmare un itinerario preciso, senza avere le ore contate, ma semplicemente con la mente aperta e il cuore spalancato.

E voi che itinerario New York avete seguito o seguireste?

Lasciatemi un commento e, se volete qualche informazione di prima mano, scrivetemi su info@latartarugavolante.com. Sarà per me un piacere aiutare a rendere il vostro viaggio di New York indimenticabile

Per informazioni pratiche su come muoversi e dove dormire, vi lascio alle Informazioni Utili su New York

Itinerario New York, skyline e barca verde

63 Replies to “Itinerario New York: 3 modi diversi per vivere la città”

  1. New work è così diversificata che inserire itinerari con tanto di mappe ha del geniale! io consiglio anche alcune tipologie di tour guidati, a vole davvero molto molto istruttivi.

  2. NY non è mai banale. Per qualunque motivo la si visiti non delude mai a mio avviso. Devo ammettere però che io non riesco quasi mai a fare un itinerario a tema. Mi ritrovo sempre a vedere e a fare un poò di tutto. Forse forse però dovrei cominciare a pensare ad un un solo filo conduttore per rivederla sotto una luce diversa! 😉

  3. Mi hai fatto venire una voglia di tornare a New York con questo tuo articolo! 😍 io La trovo la città perfetta adatta a tutti, si può fare di tutto e secondo me un solo viaggio non basta!

  4. Ottimi consigli per un viaggio a NY. Io ho fatto un mix dei 3 itinerari che consigli e mi sono concentrata maggiormente sul lato “piccola esploratrice alla prima avventura in America” anche se un po’ di sano shopping non è mancato (purtroppo non era periodo di saldi). Se avessi la possibilità di tornare in questa bellissima città approfondirei anche io la conoscenza delle strade più nascoste che, da come ne parli, devono essere davvero affascinanti.

  5. Sto seguendo davvero con molto interesse i tuoi articoli su New York. Non ci sono mai stata, quindi conservo tutto per quando riuscirò ad andarci! 🙂

  6. Noi siamo di quelli a cui piace esplorare! Devo dire che abbiamo seguito anche noi un itinerario simile al tuo. Una delle zone che a noi è piaciuta è il Greenwich Village per l’atmosfera che vi si respira. E hai ragione: che male ai piedi a fine giornata!

  7. vedo lontano il giorno in cui potrò andare a NY, ma se andassi prima di tutto visiterei il Moma e il Guggheneim. poi farei tantissime foto in giro per la città, trovo che NY sia una molto fotogenica:) lo shopping interessa poco anche a me, preferisco l’esplorazione

  8. Complimenti Anna, è sempre un piacere leggere i tuoi posts! Adoro New York e ci ritornerei anche solo per passeggiare con il naso all’insù per le sue strade caotiche. Una metropoli viva e frenetica … unica nel suo genere!!!

  9. A NY farei una scorpacciata di architettura, palazzi , ponti , Gardini musei … mi sono immaginata più volte come sarebbe stato il mio viaggio nella grande mela e certamente non potrei perdemi un po’ di sano shopping 😉

  10. Io sono di quelle che le città nuove, vanno viste dalla strada. E quindi, mi sforzo sempre di camminare e vedere il più possibile la “vita normale”. Certo poi, una volta che sono andata a NY, mi sono fatta i 3/4 musei principali e i negozi che hai consigliato. Anche se non ho comprato niente!

  11. io rientro tra quelle persone che andrebbero a New York per fare un po di shopping tra un museo e l’altro…. ti ringrazio per i tuoi preziosi consigli.

  12. Fantastico questo post. Mio figlio avrà un mese per visitare la zona, ma non resterà solo a NY. Sicuramente gli giro questo post così intanto si può fare un’idea di cosa andare a vedere.

  13. Nyc è una delle mete che sogno! Tra i tre itinerari sceglierei il secondo è il terzo, avendo tempo farei una contaminazione tra i due! Amo i musei e l’arte ma amo vivere e scoprire!

  14. Abbiamo da poco prenotato un viaggio di famiglia a New York e siamo alla ricerca di più informazioni possibili ! Grazie per gli utilissimi spunti ! 😉

    1. Grazie raffi, per quello che ti conosco lo immaginavo… Tu puoi apprezzare meglio di me le opere d arte!

  15. non ho mai avuto il piacere di visitare questa città e spero un giorno di realizzare questo sogno mia figlia in compenso ci viene l’anno prossimo

  16. Sono stata a NY quando ancora c’era le Twin Towers e quindi, essendo piccola, non ho visto molto. Mi piacerebbe tornarci per visitare i musei e andare ad esplorare il territorio. Mi salverò sicuramente questo articolo perché hai dato degli ottimi spunti e anche la piantina degli spostamenti a seconda dell’itinerario. Ho apprezzato davvero tanto. Grazie.

  17. Bravissima! Ottima l’idea di preparare diversi itinerari, in base ai gusti di ognuno! Per come sono fatta io, che in viaggio non riesco a stare ferma e devo vedere tuuuutto, me li farei tutti e tre, magari tralasciando l’entrata nei centri commerciali, se non per uno spuntino! Come sempre, ottimi i consigli e bellissime le foto!

  18. Nno ho ancora visitato New York (sigh!), ma credo che, tra quelli che proponi sceglierei il terzo itinerario, che per una prima visita penso sia l’ideale. Adoro “perdermi” nelle città, esplorarle e scoprirne lati meno noti.

  19. Mi ritengo fortunata ad avere avuto l’opportunità di visitare questa città almeno una volta nella vita. E sono d’accordo con te quando scrivi “impossibile conoscere a fondo una città così ricca, una città in continua evoluzione e dove nascono ogni giorno Musei, librerie, negozi e alberghi. Dove ogni giorno è da inventare.”

  20. Che dire, NY è lamia città del cuore… la amo, tanto che me la sono tatuata! Ci sono stata due volte e non vedo l’oradi tornarci con il mio bimbo! Ho visto tutto, tranne i musei… che farò la prossima volta! NY o la ami o la odi… io la stra-amo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: