Itinerario Hong Kong: mini guida per conoscere la città

Itinerario Hong Kong: mini guida per conoscere la città

Qual’è l’itinerario per scoprire Hong Kong? E quali sono le cose da sapere prima di partire?

Sono appena rientrata dal mio viaggio ad Hong Kong, volevo raccontarvi a caldo le sensazioni e le emozioni che mi ha regalato questa sorprendente città.

Prima di tutto, iniziamo dal mio itinerario di Hong Kong, sperando vi sia utile per pianificare il vostro viaggio.

Tutte le informazioni pratiche su come muoversi, dove dormire, tessere utili e altre informazioni, le ho raccolte nell’articolo Dove dormire e come muoversi ad Hong Kong

via di hong kong

Prima di partire avevo letto molti articoli riguardanti Hong Kong, ma non ero riuscita ad avere un idea di questa megalopoli. Solo una volta atterrata ho iniziato a capire dove mi trovavo e soprattutto come muoversi in questa caotica città.

Il principale problema che avevo riscontrato da casa era capire esattamente cosa vedere. Tutti mi raccontavano dei ristoranti di Soho, dei bar all’ultimo piano dei grattacieli, ma Hong Kong è molto, molto altro. Spero con questa mini guida e itinerario, di portarvi alla scoperta della vera Hong Kong, quella della gente, del caos ordinato, dei colori e, impensabile, del verde.

Poi, come sempre, lascio a voi camminare, salire le lunghe e infinite scale, perdervi fra negozi di antiquariato o bancherelle di cibo strampalato. Avrete male alle gambe alla sera, ma solo così scoprirete la vera anima di Hong Kong.

Quali sono le principali attrazioni di Hong Kong?

Inizio nell’evidenziare che Hong Kong si divide in due grandi aree: l‘Isola di Hong Kong (ovvero HK Central) e Kowloon (ovvero HK continentale).

Itinerario Isola di Hong Kong

The Peak

ovvero la montagna di Hong Kong (550 metri). Questo è il posto ideale per fare una passeggiata in mezzo al verde e alle cascate, accompagnati da una vista spettacolare. Per raggiungerla esiste un tram che risale la collina, ma in questo periodo era in manutenzione (per fine anno dovrebbe riprendere la corsa) e sostituito da un bus 15X, che dalla fermata di Admiralty va al Peak (diretto, senza fermate, mezz’ora circa) al costo di 12,40HK.

io e la cascata del peak

Arrivati in cima al Peak, vi troverete davanti un grande Centro Commerciale. Al di sopra si trova la famosa Sky Terrace, terrazza dalla quale ammirare in tutta la sua ampiezza e bellezza Hong Kong. Noi, a dire il vero, ci siamo invece innamorati della vista lungo il sentiero, sia perchè eravamo in un ottima posizione, sia perchè meno affollato.

hong kong di notte

Se avete voglia, vi consiglio il giro di circa 3 km attorno alla vetta, seguendo il percorso segnato. La Lugard Road (vedi peak trail sito web) vi permetterà di immergervi nel verde di Hong Kong, suderete un po’ ma ne varrà la pena.

Central e Soho

La zona Central si trova sull’isola di Hong Kong. E’ la zona centrale, quella dove si trovano i ferry che portano a Kowloon o Macau, la stessa dove si trova la famosa IFC Mall e il mega negozio della Apple.

palazzi di hong kong

Io non sono appassionata di shopping center, ma questa mall mi ha sorpreso soprattutto per il suo Giardino Segreto. Un giardino dove la brezza vi rinfrescherà dall’afa cittadina, dove si trovano bar moderni e dove ci si può riposare sotto l’ombra di alti alberi di acacia. Per raggiungerla si deve salire al 2° piano, passare attraverso un negozio di abbigliamento e da li, salire al 4° piano.

giardino segreto
Il Giardino Segreto al 4° piano della IFC Mall

Da Central ci si sposta verso Soho, attraversando un lungo pontile che sovrasta le ampie strade della città. Le vie principali, utili da conoscere per ritrovare sempre la via, sono: Des Voeux (la via dove passano i tram – ding ding), la Wellington e la Hollywood (famosa per la street art).

Nella zona di Soho non perdetevi:

  • le lunghe scale mobili (le più lunghe al mondo), ma ricordatevi che vanno solo in sù, per scendere dovrete per forza fare centinaia di scalini;
scale mobili, itinerario hong kong
Le più lunghe scale mobili al mondo
  • il Man Mo Temple, bellissimo tempio dedicato al dio Man Cheong e al culto dei dei celesti.
interno del tempio di mo, intero
Interno del Ma Mon Temple
  • i murales lungo la Hollywood Road
  • il mercato dell’antiquariato (dove comprare ottimi souvenirs)
  • la lunga scalinata di Tank Lane
le scale di hong kong island
lunga scalinata di Tank Lane
  • centro Tai Kwun, ora centro culturale, un tempo prigione. Un bellissimo esempio di perfetta commistione fra edifici storici e moderne costruzioni.
Tai Kwun piazzale
Il Piazzale di Tai Kwun

A Soho c’è solo l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda bar, ristoranti e posti dove bere qualcosa. Alla sera Soho si riempie di gente, soprattutto turisti da  ogni dove, così che passeggiare per le sue strette vie, rischiando di farsi tamponare da un taxi rosso, è come attraversare le vie del mondo.

Quarry Bay

Una tappa irrinunciabile se si vuole conoscere la vera Hong Kong, quella dei mega condomini, delle scatole vivente. Quelle immagini, viste molte volte, di costruzioni di cemento con appesi i cubi dell’aria condizionata e vestiti che svolazzano da canne di bambù.

particolare di condomini
Quarry Bay

Per raggiungere Quarry Bay, è ideale prendere il tram che va verso est. Sarà un lungo viaggio, oltre quaranta minuti. Attraverserete strade che si snodano fra alti grattacieli, enormi negozi e che fanno zig zag fra larghissime strisce pedonali e negozi di frutta.

hong kong e i ding ding
i famosi tram Ding Ding

Causeway e Wan Chai

Ritornando da Quarry Bay, fate una fermata a Time Square, solo per farvi un idea di cosa sono i grandi centri commerciali cinesi.

Se siete in zona nel pomeriggio, potete fare un salto al famoso Wooloomooloo, un bar situato al 31° piano di Hennessy Building. Il bar apre alle 15, fino a notte tarda, un modo carino per bersi un drink ghiacciato ammirando lo skyline di Hong Kong.

palazzi di hong kong island

Da qui a piedi potete raggiungere, attraversando un lungo ponte pedonale, il Centro Congressi. Si tratta di una moderna costruzione, che ospita fiere e mostre di fama mondiale. E’ il simbolo di Hong Kong (una grande Bauhinia ovvero l’albero delle orchidee emblema della città) e qui, nel 1997,  vi è stata la riconsegna di Hong Kong alla Repubblica Popolare Cinese.

Itinerario a Kowloon

Non si può andare ad Hong Kong e non fare un giro nel battello che attraversa la baia. Dal ferry del Central ogni quindici minuti parte un battello bianco e verde che, in poco meno di dieci minuti, vi porta nell’altra Hong Kong. (costo 3,60 HK).

Cosa vedere nella zona di Tsim Sha Tsui:

  • 1881 old Heritage, antico quartier generale della polizia marina, oggi trasformato in una moderna piazza con hotel e negozi di lusso.
1881 Heritage, itinerario hong kong
1881 Heritage
  • la moderna Kowloon Central, dove si trova la Sky 100 (torre di osservazione di Hong Kong) e l‘ICC Mall, una delle più grandi mall di Hong Kong
  • il nuovissimo Xiqu Center, che ospita una grande sala teatro e alcune mostre
Xiqu Center, itinerario Hong Kong
Xiqu Center Hong Kong
  • la Promenade, ovvero il lungomare che dal porto va fino a Tsim Sha Tsui. Questa zona è una passeggiata incantevole, per gli appassionati di film d’azione cinesi, qui si trova la statua di Bruce Lee. La passeggiata, sempre piacevole da fare, anche per rinfrescarsi un po’ con la brezza marina, si trasforma in un musical all’aperto. Alle otto di sera, puntuale, inizia lo spettacolo delle luci, da non perdere.
spettacolo delle luci, itinerario hong kong
Spettacolo delle luci ad Hong Kong
la baia di hong kong, itinerario hong kong
La baia di Hong Kong

Mong Kok

Dal porto, si può andare a piedi, ma consiglio vivamente il bus o la MRT (metro), per raggiungere Mong Kok.

Questa è la zona più densamente popolata al mondo, e una volta usciti dalla stazione metro di Mong Kok capirete subito il perchè di questo primato. Se ad Hong Kong Island vi sembrava di essere in un formicaio, qui è ancora peggio.

Ed è qui che si trovano i famosi mercati, come il Ladies Market, il vicino Mercato dei fiori, del pesce e il mercato degli uccelli. Vie e vie colme e stracolme di bancherelle, che vendono di tutto un po’ e dove è imperativo trattare.

mercato all'aperto, itinerari hong kong
Mercato all’aperto

Alla sera invece scendete un po’ fino a Temple Street, dove si trova il più grande mercato notturno di Hong Kong e dove potrete gustare ogni tipo di specialità cinese.

Il giardino di Nan Lian

Impossibile da raggiungere a piedi, questo giardino vi lascerà a bocca aperta. Nello stabilire il vostro itinerario Hong Kong, non dimenticatevi di questa oasi.

Con la MRT si scende alla stazione di Diamond. Da qui cento metri vi separano da questa oasi verde. Attraversata la strada verrete catapultati in un altro tempo, un altro mondo. Il rumore del traffico, dei condizionatori e della gente è sostituito dal canto di simpatici passeri color nocciola. Il cemento è solo uno sfondo, in questo quadro. Tutto il resto qui è ruscelli, legno e templi.

tempio nel giardino di nan lian, itinerari hong kong
Tempio nel giardino di Nan Lian

Non perdetevi, a pochi, passi l’incantevole Chi Lin Nannery, il tempio di legno fatto a mano più grande al mondo.

 

Vi lascio la mappa dell’itinerario Hong Kong per farvi un idea di dove si trovano i posti che vi ho segnalato.

L’itinerario richiede almeno 3 giorni pieni, per non correre e per soffermarvi ogni tanto in qualche tempietto, o negozio di teste di maiale o anche solo per un drink fresco in uno dei tanti bar della città.

 

Itinerario Hong Kong

 

Poi se si hanno più giorni a disposizione, aggiungerei:

  • Lamma island, l’isola più grande a sud di Hong Kong. E’ un isola lontana dal caos e dalla folla delle città. Qui si trovano piccoli ristoranti di pesce e, per chi ama camminare,  si può attraversare tutta l’isola a piedi (qui non circolano auto), passando da Yung Shue Wan a Sok Kwu Wan. Ferry da Central per entrambi i porticcioli.
  • Macao, dall’aeroporto o da Hong Kong – Prince Edward- via bus, passando per il nuovo e lunghissimo ponte Zhuhai (ponte inaugurato a fine 2018 e lungo 55 km). Un modo più veloce è prendere il  Ferry, da China Ferry Terminal con Hong Kong TurboJET oppure da Hong Kong Island – Macau Ferry Terminal.
  • Lantau Island, vicino all’aeroporto. Qui si trova il turistico villaggio di pescatori Tai O e anche il grande Buddha.
spettacolo delle luci e gente
Spettacolo delle luci dalla Promenade

Ti può interessare anche:

– il mio racconto del viaggio ad Hong Kong

dove dormire e come muoversi ad Hong Kong

itinerario hong kong
Davanti al Man Mo Temple

 

28 Replies to “Itinerario Hong Kong: mini guida per conoscere la città”

  1. Pensavo fosse molto centrata sull’aspetto moderno e invece devo ricredermi visto il Giardino segreto, il giardino con il tempio e i mercatini. Una meta che non avevo mai davvero considerato ma che ha scatenato la mia curiosità grazie a te!

  2. Itinerario interessante, ben dettagliato e che dà un’idea della città. Pur non essendo nei primi posti della mia wish list dei luoghi da vedere, mi hai comunque incuriosita. Magari prima o poi…. 😉

    1. Ciao Giovy, secondo me 3 giorni pieni sono sufficienti per capire un po’ HK, Se poi ne hai un altro un salto nelle isole o a Macao sarebbe ideale !

  3. Non sapevo che Hong Kong avesse una parte “verde “.
    infatti la mia attenzione è stata subito catturata dalla “montagna” e dal giardino del tempio,curatissimo.

  4. Di cose da fare ce ne sono davvero tante. Notavo come si possa passare facilmente dal caos della città piena di grattacieli alla natura e alla tranquillità. Quante sfumature ha HK!

  5. A vedere la cartina e a seguire tutte le tue preziose informazioni sembra una città piuttosto intricata e con tantissime cose da fare, e siccome io sono una curiosona chissà se tre giorni basterebbero davvero. In particolare mi piacerebbe ritrovare un po’ di tradizione in mezzo a tanta modernità che pur mirabile mi affascina molto meno.

  6. Sono stata 6 volte ad hong kong per lavoro, e ci tornerei volentieri subito! C’è anche un altro giardino, lungo Kowloon, molto molto bello (pieno di zanzare ahah), il Kowloon park! Non so se sei stata, ma al centro ha una bellissima costruzione cinese circondata dall’acqua.

    1. Si, è vero, ma mi hanno mangiato le zanzare, così non me lo sono goduto! Grazie comunque, magari potrei aggiungerlo al giro!

  7. Hong Kong mi ispira tantissimo come destinazione. Ha il fascino delle grandi metropoli asiatiche dove antico e moderno convivono perfettamente. Dovessi andarci, vengo sicuramente a recuperare info dal tuo post 🙂 davvero molto utile!

    1. grazie Francesca, spero davvero sia utile, prima di partire non avevo trovato indicazioni pratiche, così ho pensato di isnerirle

  8. Quando ho visto che eri a HK proprio durante le proteste mi si è gelato il sangue. Da quello che dici però (ma soprattutto dalle foto) sembra una città ordinata e tranquilla. Quasi deserta!

    1. Grazie Franci, in effetti di tutto quello che mostravano in tv non c’era nulla. le proteste erano pacifiche, c’erano solo alcuni gruppi di ragazzi con una maglia nera che abbiamo incontrato in metro. le manifestazioni non erano ad hong kong central ma molto più lontano

  9. È una città molto, troppo moderna per i miei gusti. Per me che vado alla ricerca di vecchi Borghi, di campi di lavanda e paesini di pescatori una metropoli così grande sarebbe disorientante. Ciò non toglie che una volta nella vita debba essere vista! Mi farò coraggio e andrò a vedere anche il giardino segreto!

    1. Grazie annalisa. Anche a me non piacciono molto le città grandi , caotiche e moderne, ma hk è un po’ tutte le città del mondo, dai grattacieli ai piccoli angoli caratteritici, Ecco perchè mi è piaciuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.