Itinerari Australia: idee e consigli per esplorare il continente “down-under”

Itinerari Australia: idee e consigli per esplorare il continente “down-under”

Itinerari australia: quale itinerario scegliere per esplorare il continente down-under e come organizzarlo.

La prima volta che ho messo piede in Australia era il lontanissimo 1996.

All’epoca è stato difficilissimo, almeno per me, decidere l’itinerario. Volevo vedere questo e quello, visitare Sydney e vedere l’Ayer Rock. Vedere la barriera corallina e anche le piantagioni di mango. In sintesi volevo vedere tutto. Ma mi sono scontrata con una cosa “enorme”: le distanze. Sulla cartina i posti sembravano così vicini, e invece erano a 2.000 o 3.000 chilometri di distanza. Giorni interi di viaggio, ore e ore di macchina.

Vivendo qui, devo dire che anche io oramai misuro tutto in “ore-viaggio”. Albany, sono 5 ore. Shark Bay dista 8 ore, significa 800 chilometri. Eh si, perchè una volta che sali in auto, premi l’acceleratore, ti assesti a 100 all’ora, da li non ti schiodi, a meno che non decida tu di fermarti, perchè incroci e semafori non esistono.

E’ una comodità a dire il vero, ma a volte è anche paranoico!

Anyway. Ritorniamo sulla strada, ovvero agli itinerari Australia. In tanti mi chiedono consigli su dove andare e cosa vedere.

Così ho pensato a 5 “Itinerari Australia” che possono soddisfare le varie esigenze in termini di tempo, di prezzi e di gusti.

Itinerari australia per articolo

 

Itinerario nr. 1-  IL MEGLIO DELL’AUSTRALIA:  quattro salti da Sydney a Darwin

Il primo degli itinerari australia assomiglia molto a quello che feci all’epoca, e consente di visitare un po’ tutte le mete principali dell’Australia, quelle mete note, dove scoprire le icone australiane, come l’Uluru o l’Opera House. Quelle in cui ci devi andare almeno una volta nella vita per dire “si, sono stata nel continente down-under“.

da sydney a dawin

Itinerario nr. 2 – DA ADELAIDE A CAIRNS : l’Australia costa est

E’ un itinerario dedicato alla parte est dell’Australia, ovvero l’Australia più vivace, dove vive gran parte della gente, dove ci sono più città e paesi. Fra gli itinerari australia on the road, questo è un super- itinerario on the road, che parte da Adelaide, arriva a Cairns, passando per città e paesaggi da favola. Tutto rigorosamente in automobile.

da adelaide a cairns

 

Itinerario nr 3 – DA PERTH A PERTH : l’Australia costa ovest

Il terzo degli itinerari australiani, rappresenta ciò che per me è l’on the road nel Continente down-under: un viaggi su strade rosse, quello in mezzo al nulla, accompagnati dal cielo azzurro e dal mare blu. Si vede che vivo qui, vero? A parte gli scherzi è una delle zone meno battute. Il Western Australia è un terzo del territorio australiano e ci vivono solo 2 milioni e mezzo di abitanti (su 25 milioni in tutta Australia). Ciò ve la racconta lunga su come sia poco abitato, e per questo affascinate.

da perth a perth

 

Itinerario nr. 4 – DA PERTH A BRISBANE : Australia coast to coast

Una sintesi dei primi tre itinerari australia, un po’ aereo e un po’ auto, per riuscire a vedere entrambe le coste. Colori differenti, profumi diversi, ma sempre “ciabatte” smarriteUn viaggio che vi lascerà senza fiato, che richiede un po’ di tempo e mezzi in più, ma attraverso il quale avrete un assaggio di questo Continente rosso, dall’alba della costa est ai tramonti dell’ovest.

da Perth a brisbane

 

Itinerario nr. 5  – GIRO DELL’AUSTRALIA : il sogno Australiano

Questo è il viaggio che sogno, quello che vorrei fare anche io un giorno. E’ un viaggio avventura, un viaggio in cui serve, per forza, il 4×4. Questo è il vero on the road australiano, si mangia tanta polvere, si macinano chilometri e chilometri. Il viaggio che attraversa l’Australia, che gira tutt’attorno il continente down-under. Il sogno australiano per eccellenza.

da Perth a brisbane

 

Informazioni pratiche per organizzare al meglio un viaggio in Australia

Dopo aver girato in lungo e in largo questo continente negli ultimi quindici anni, passando da viaggiatrice a residente, ho imparato alcuni trucchi per organizzare al meglio un viaggio in questo paese.

Di seguito alcuni suggerimenti validi per uno qualsiasi degli itinerari Australia visti in precedenza.

Voli per gli itinerari Australia

– prenotare il volo aereo intercontinentale con largo anticipo: i prezzi vanno dagli 800 ai 1600 euro a persona in base a quando si compra il biglietto; il timing migliore sperimentato è circa 8 mesi prima. Per i siti dove comprare il volo aereo, date un occhiata al mio post dove trovate tutte le informazioni utili.

per i voli interni vale più o meno la stessa accortezza, anche se non serve prenotare 8 mesi prima. Se avete già il programma di viaggio, date una sbirciata al sito Australia Air Pass per trovare i migliori pacchetti per voli internazionali + voli interni.

In alternativa date un occhiata alle diverse linee aeree interne, ma non aspettatevi sconti last-minute:

  • Quantas, in genere la più affidabile, ma anche la più cara;
  • Jetstar, compagnia low cost di Quantas, a volte con offerte interessanti;
  • REX o Regional Express, che opera solo nelle zone di New South Wales, Canberra, Victoria, Tasmania e South Australia;
  • Airnorth Regional, che opera nella zona del nord del Western Australia e Darwin;
  • Virgin Australia;
  • Tiger Air, la compagnia lowcost della Singapore Airlines, spesso fa ottime offerte;
  • Fly Corporate, che opera su poche tratte fra Sydney e Brisbane

il prezzo dei voli internazionali dipende anche dagli aeroporti di arrivo e partenza: in genere aeroporti di arrivo e partenza diversi comportano supplementi di costo, ma può essere una scelta ottimale nell’economia complessiva del itinerario scelto, piuttosto che prendere un volo interno. Considerate che qualsiasi degli itinerari australia indicati, il volo intercontinentale dura in media oltre le 20 ore. Il viaggio più corto è arrivare a Perth, con sosta Doha, durata 18 ore, con la Quatar. Con gli Emirates arriviamo a 19 ore e 45 minuti: quando si superano le 16 ore di aereo, anche un ora fa la differenza!

aereo per l australia

Agli arrivi

Quando arrivate in uno qualsiasi degli aerporti internazionali australiani, ci sono due momenti-panico: il controllo passaporto e il controllo della valigia.

Scherzo, ma dopo aver visto le diverse puntate di Airport Security un po’ di ansia c’è sempre!.

Il controllo passaporto, per noi italiani, è spesso facilitato da “corridoi automatici”, basta essere in possesso di passaporto elettronico e, naturalmente, aver ottenuto il visto on line.

Per le valigie, non abbiate paura, non è proprio come si vede in tv. Se volete evitare problemi, compilate ben bene il modello che vi verrà consegnato in aereo, indicando se siete in possesso di oggetti di legno o avete latticini, per esempio.  Più sarete precisi nel compilare il modello, più eviterete eventuali “multe” per aver omesso di dichiarare dei beni.

 

scheda aereo da compilare per gli arrivi australia

scheda aereo per arrivi australia

incoming passengers card for australian border in english

 

Alloggi in Australia

– per gli alloggi, naturalmente dipende dal tipo di alloggio che preferite. In media calcolate:

  • 25 € per piazzola del campeggio (per due persone);
  • 35 € in due, per camere in ostelli;
  • camere in Airbnb (molto diffuso ovunque) 50 €
  • camere di albergo minimo 70€ (prezzi per due persone).

– A parte le app tradizionali, per l’Australia vi consiglio di scaricarvi Campermate che riporta tutti i campeggi, sia quelli gratuiti che quelli a pagamento, con recensioni e indicazioni di cosa potete aspettarvi (se ha la doccia o meno, cucina, lavanderia ..). Molto utile quando si va on the road.

 

Automobile e strade australiane

per la benzina, considerate che il costo varia, da 1,40 $ a 1,90$ in base al giorno della settimana e da quanto si è vicini o meno ad un centro abitato. Vi consiglio di scaricarvi l’app Fuelmap per scovare i distributori e vedere i prezzi.

per il noleggio auto, ci sono diverse compagnie, dipende dal tipo di auto che si noleggia. Per l’on the road ideale è un Minivan o Auto attrezzata per dormire, così da essere liberi di fermarsi dove si vuole (ci sono anche campeggi liberi lungo le strade) senza il problema di dover trovare un posto dove dormire.

rispettate sempre i limiti di velocità (le multe sono molto elevate e certe!), e non dovete toccare la linea di mezzeria continua (altra multa in agguato). Evitate inoltre di guidare di notte (non tanto per le multe, quanto per la presenza, certa, di canguri o emu) e soprattutto evitate di bere, i limiti sono 0,05 e spesso si trovano pattuglie per il controllo del tasso alcolico;

non prendete mai alla leggera le lunghe distanze. In molti itinerari a volte si è costretti a percorrere tratti abbastanza lunghi, anche di 700/800 chilometri in un giorno. Sotto il sole australiano, in mezzo a paesaggi brulli e desolati, può essere pericolosa la “stanchezza”. Ogni due ore fate uno stop, lungo le strade ci sono sempre dei P, pic-nic site, dove riposarsi e bere qualcosa;

è obbligatoria la patente internazionale. L’Australia accetta sia il modello “Ginevra 1949” che il modello “Vienna 1968”, meglio utilizzare il modello Vienna 1968 perchè dura 3 anni. La patente internazionale si ottiene in ciraca 20 giorni andando alla motorizzazione e pagando 41 euro (dati a maggio 2016).

tramonto a yanchep

 

Altri consigli su itinerari Australia

periodo di viaggio: in genere tutto l’anno è ideale, anche se ci sono periodi “no” dovuti al meteo per alcune zone. Stagione delle pioggie al nord da novembre a gennaio. Inoltre se potete, evitate i periodi di “ferie scolastiche”, sono periodi in cui spesso gli alloggi sono pieni e tutto costa molto di più;

– se siete in viaggio on the road cercate di fare la “spesa principale” in città.  E se volete risparmiare, il supermercato più economico è Aldi, seguito da  Spudshed (soprattutto per verdura e frutta);

– mezzi pubblici: ci sono, ma soprattutto nella parte est dell’Australia. Qui infatti ci si può spostare con il treno o con i bus della Greyhound Australia. Nella zona ovest dell’Australia invece i mezzi pubblici sono ancora poco diffusi, per muoversi nel Western Australia serve noleggiare un auto o partecipare ad un tour;

assicurazione sanitaria: in Australia la nostra tessera sanitaria è valida fino a 6 mesi di permanenza, in base aglli accordi di reciprocità fra paesi. L’assistenza medica pubblica in Australia è davvero ottima, ma non copre ad esempio l’invio dell’autoambulanza, la cui chiamata può costare parecchie centinaia di euro. Se si vuole viaggiare tranquilli e sereni, il mio consiglio è di sottoscrivere una assicurazione viaggio;

il visto, naturalmente prima di tutto bisogna avere il visto, che si ottiene gratuitamente compilando il form per l’e-visa (visa 651) sul sito ufficiale. Questo è il classico visto turistico, per permanenze massime di 3 mesi.

canguro icona australiana

Last but not least

ricordatevi che qui si parla australiano, che non è inglese. Quindi se le prime volte non capite bene, è perchè ci sono modi di dire che si imparano strada facendo. Vi lascio un po’ di vocabolario utile per introdurvi nel continente down-under:

  • How are you going?,  usato comunemente per chiedere “come stai?”;
  • No worries  prego, nessun problema, usato spessissimo;
  • Togs and thongs, costume da bagno e infradito;
  • Barbie, il famoso barbecue, che c’è ovunque nei parchi australiani;
  • Arvo, usato per dire “pomeriggio”;
  • smokko,  pausa dal lavoro per prendersi un caffè (minimo mezzo litro!) e, per chi lo fa, di fumare (qui le sigarette sono bandite quasi ovunque e un pacchetto di sigarette costa mediamente 13 euro);
  • gli australiani non pronunciano la “r” o la “g” finale, ad esempio water è wota, driving è draivin.

– perchè aussie? Aussie è utilizzato al posto di australian, in quanto più breve e deriva appunto dalla parola australian. La pronuncia è “ozi” da cui deriva appunto oz la sua forma contratta e utilizzata in molte attività;

– perchè down-under? l’appellativo down-under risale ai primi esploratori europei che partirono alla scoperta di questo continente. Proprio per la sua posizione nell’emisfero sud e sotto l’Asia, deriva il nome down-under.

Se avete altre domande o curiosità, scrivetemi o lasciatemi un commento, aggiungerò le vostre curiosità in questo articolo

io al parco

 

Ora potete organizzarvi il Vostro viaggio in Australia.

Date un occhiata agli itinerari, studiateli e  personalizzateli in base alle vostre esigenze e passioni .

Il mio consiglio è: vivete l’Australia da viaggiatori, non da turisti, curiosate, scoprite nuovi posti, perdetevi, ascolatate la natura. Un viaggio in Australia vi farà ritornare a casa con una grande consapevolezza, che il Mondo è davvero un posto meraviglioso!

34 Replies to “Itinerari Australia: idee e consigli per esplorare il continente “down-under””

  1. Quante cose che volevo fare quando sono stata in Australia diversi anni fa. Non si può fare tutto in una volta e i tuoi sono davvero degli ottimi suggerimenti 🙂

  2. Il mio viaggio in Australia della scorsa estate ha messi insieme diversi dei luoghi che hai citati ed è stato davvero pazzesco… ora però sogno di tornare per visitare la zona di Perth.

  3. L’Australia è il mio sogno, che custodisco da anni. Australia è strade sconfinate di terra rossa, polvere, canguri, tramonti infuocati e natura.. oceano, libertà! Ottimo post. Posso chiederti perchè ti sei trasferita down under ?

    1. grazie Dani, era il sogno mio e di mio marito. Adoriamo il senso di libertà che si respira qui, unico al mondo.

    1. Beatrice, allora prenota un volo con un anno di anticipo, cos’ ti costa molto meno (sotto i 1000 euro andata e ritornno) e poi girala come più ti piace. se passi da perth ti aspetto

  4. Davvero molto interessante il tuo post! L’Australia è uno dei posti che vorrei visitare ma non avevo mai preso in considerazione la possibilità di vivere diversi itinerari. grazie per i consigli di viaggio, utilissimi, prendo nota!

    1. grazie mille Sara, se un giorno deciderai di prendere il volo per venire qui, ti aiuto a organizzarti il giro al meglio!

  5. Il giro dell’Australia sarebbe decisamente un sogno! In alternativa anche la parte ovest mi ispira un sacco, e no non sono di parte io! 😉 Comunque Anna complimenti davvero perché grazie al tuo blog mi stai facendo scoprire quanto stupenda sia l’Australia e quanto abbia da offrire per un viaggio!

  6. Se un giorno avrò bisogno di consigli di viaggio sull’Australia so già dove trovare tutto quello che mi serve! 🙂 Prima o poi in Australia ci andrò!

  7. Post utilissimo, peccato non averlo potuto leggere quando stavamo organizzando il nostro viaggio in Australia dello scorso anno! Tra gli itinerari non c’è quello fatto da noi: l’Explorers way, da Adelaide a Darwin! Anche se, ad essere onesti, si tratta di un’impresa in cui capita per magari un paio di giorni di non incontrare molto se non puro outback 😉

    1. Grazie Virginia, ci sono talmente tante strade da fare che non basterebbe un toma. ho anzi fatto fatica a sceglierne 5 ma ho pensato alle principali. poi , come sempre vanno personalizzate. sul viaggiare da soli ormai sono abituata, anche qui nel wa dove abito dopo 100 km dal centro si fa fatica a trovare qualcuno o qualacosa.

  8. Hai fatto benissimo a fare questi itinerari. Abituati in Europa, non ci rendiamo conto delle distanza che ci possono essere tra un posto e l’altro, e scegliere cosa vedere avendo già un’itinerario tracciato, è molto utile.

    1. grazie Francy, in effetti ho pensato a chi non ci è mai stato, perchè è davvero difficile decidere dato che c’è tanto da vedere e tanta strada da fare

  9. Post super dettagliatissimo su un Paese che prima o poi vorro’ assolutamente visitare. Per molto tempo ho avuto la possibilita’ e la tentazione di fare il working holiday, ma devo ammettere che non me la sono mai sentita per diverse ragioni. Ora che dovrei fare un visto studentesco (ma che non voglio fare :-D) mi sento da un lato piu’ “tranquilla”, ma dall’altro sono un po’ dispiaciuta per non essere mai venuta in Australia come tanti amici che adesso vivono la’. Comunque la possibilita’ di venire in vacanza non tramontera’ mai e tengo buono il tuo articolo e il tuo blog per questo 😉

    1. grazie Sara, avrei un toma da raccontare, ma mi sono limitata al minimo! dai sara, prox viaggio destinazione aussie

  10. Sceglierei ad occhi chiusi il terzo itinerario. Perfettamente in linea con il nostro stile di viaggio, sarebbe davvero magnifico percorrere questa zona inesplorata in auto. Già lo sto sognando…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.