Fotografare in Bianco e Nero per vedere le sfumature del mondo

Fotografare in Bianco e Nero per vedere le sfumature del mondo

C’è un tipo di fotografia che ho sempre amato, ed è quella del Bianco e Nero.

Prima che si entrasse nell’era delle macchine fotografiche digitali, avevo la mia Canon che funzionava a rullini. Non stiamo parlando di secoli fa, ma di solo quindici anni fa. Se ci penso mi sembrano due mondi diversi.

A quel tempo partivo per i viaggi con la borsa della macchina fotografica piena di rullini. E fra questi me ne portavo sempre qualcuno in Bianco e Nero.

Eh già, solo con la digitale (o anche con un semplice cellulare) si può scegliere, in post produzione, se sviluppare una foto a colori o no. Ma con i rullini si doveva scegliere a priori, una volta messo un rullino in B&W, si dovevano fare tutte le foto in B&W. Poi si passava al colore, allora tutto era a colori. Se ci pensate era davvero un “casino”. Metti il rullino, togli il rullino. Rimetti il rullino, ritogli il rullino. Mi sembrava di essere Karate Kid della prima serie.

Senza contare poi che non vedendo i risultati immediatamente, ma solo una volta sviluppate, non potevo modificare nulla e l’ottanta per cento delle foto erano da buttare.

Western Australia in bianco e nero
Western Australia, Kimberly Region

E’ incredibile la rivoluzione che c’è stata. Scatti, e poi con un semplice click, metti il filtro monocromatico. Non ti piace? Riclicchi e ritorna a colori. Semplice.

Ma ottenere delle belle foto non è solo una questione di filtri.

E’ la foto stessa che va pensata in Bianco e Nero.

Significa guardare un paesaggio, guardare un viso e andare al di là dei colori. Riuscire a vedere nelle sfumature di grigio i riflessi dei colori. Sembra un ossimoro, ma è così.

La fotografia del Bianco e Nero è un po’ come una poesia. Non sei attirato dal rosso o dall’azzurro, non sono i colori che vedi. Vai in profondità. Il B&W ti racconta, ti parla, ti sussurra qualcosa che va al di là dell’immagine. E’ un quadro, una poesia della vita in quel preciso istante.

Bianco e Nero, antilope a Dubai
Dubai desert

Non tutte le foto riescono in questo intento. Ci sono foto in bianco e nero che sono stupende e a colori invece non dicono nulla. E viceversa.

Questo accade perchè la foto manca di “spessore”,  i colori hanno tutte le stesse tonalità di grigio. Il rosso della roccia, l’azzurro tenue del mare, sono tutti dello stesso grigio. Allora pensare in bi-color significa portare nell’immagine qualche sfumatura di grigio più chiaro o più scuro, così da rendere la foto più vera. Ad esempio, includere il bianco delle onde o delle nuvole, ci permette di dare tridimensionalità alla foto.

Perth in bianco e nero
Perth skyline

Il Bianco e Nero per me è passione.

Quando guardo una foto in bianco e nero di un primo piano, non sono distratta dai colori del paesaggio, ma mi concentro sugli occhi, sulla luce che emana quel viso. A guardar bene questi “ritratti”, mi sembra quasi di riuscire a sentirli.

Bianco e Nero, antilopi a Dubai
Oryx in Dubai desert

Le foto di questa bambina, a colori è bella, mi trasmette pace e gioia. Ma guardandola in B&W è un miracolo. I lampi di luce negli occhi, sembrano esplodere, mi raccontano di passione per la vita.

 

Bambina del Madagascar
Cute child in Madagascar

Se guardo queste foto degli animali, mi rilassano. Strano un leone che rilassa, penserete. Ma il Bianco e Nero negli animali smorza la durezza dell’ambiente circostante e lascia spazio solo all’intensità dei loro occhi, alla forza delle loro figure, alla semplicità del loro essere.  Sembrano attimi sospesi nel tempo, attimi in cui mi perdo.

Bianco e nero, Leone in Namibia
Lion in Namibia
Zambia in bianco e nero
Antelope in Zambia

Sono certa che ognuna di queste foto fa pensare diversamente me e voi che leggete.

Ed è proprio questa la magia della foto in Bianco e Nero: toglie il superfluo.

Ognuno di noi guarderà queste foto mettendoci la propria anima, la propria storia e andrà oltre a ciò che vede. Se le stesse foto fossero a colori, ci soffermeremo meno su di loro.

La magia del bianco e nero sta proprio nel permetterci di guardare usando altri sensi, perchè dobbiamo togliere il colore al nostro modo di pensare.

Donne in Myanmar
Myanmar’s women

Un altro modo di scattare in Bianco e Nero è concentrasi sulle linee e le forme.

Prendi un ponte moderno, guardalo da prospettive diverse e concentrati sulle linee. Scatta e falla in bianco e nero. Ti sorprenderà vedere come quelle linee, che con fatica riuscivi a estrarre dalla tua visione, nella foto appaiono chiare, delineate e quasi magiche.

Scattare foto in Bianco e Nero di costruzioni o edifici trasforma quegli stessi edifici in qualcosa di più. Quel palazzo che, in una foto a colori, era un gran bel palazzo, in una foto in Bianco e Nero ne diventa il protagonista. Ogni linea, ogni decoro diventano importanti. Scartando i colori, rimangono le linee, le forme e i volumi.

Valencia ponte in black and white
Valencia

Mini guida per scattare in  Bianco e Nero

Vi ho travolto di parole, mi sono lasciata prendere la mano, perchè la fotografia in Bianco e Nero è molto di più di una immagine scattata, almeno per me. Scusate.

Vi lascio alcuni suggerimenti, magari banali, che possono aiutarvi ad approcciare al Bianco e Nero in fotografia:

  • pensate in Bianco e Nero, non trasformate semplicemente foto da colori in bianco e nero, ma pensatela prima di scattare;
  • aiutatevi eventualmente impostando stile “B&W” (Black and White) sulla macchinetta fotografica (c’è anche nei cellulari), così da poter vedere come risulterà la foto prima di scattare, permettendovi di modificare eventuale esposizione o inquadratura;
  • attenzione: se utlizzate la modalità B&W ricordatevi poi di scattare a colori e solo in post-produzione lavorarla in Bianco e Nero. Per essere precisi, se scattate in Jpg con stile B&W non potrete più ritornare al colore. Se invece scattate in Raw con stile monocromo, potete avere entrambe;
  • se potete scattate sempre in Raw. Il jpg è un formato “ridotto”, il che significa che perde dei dettagli, proprio quei dettagli che nel momento in cui trasformerete la foto in Bianco e Nero potrebbero fare la differenza;
  • cercate di includere nella foto delle linee, delle trame, delle ombre. Linee e forme nel bianco e nero diventano essenziali, così come le trame (o texture) degli elementi;

    Dubai dall'alto in bianco e nero
    Dubai by night

 

  • attenti alle sfumature. Guardate l’immagine cercando di inserire più sfumature di grigio possibile. Il rischio altrimenti è che la foto diventi tutta un unica tinta di grigio. Ricordatevi che non sempre colori contrastanti hanno tonalità diverse. Ad esempio il fucsia e l’azzurro hanno la stessa tonalità di grigio!
  • attenzione alla luce: la luce del tramonto, meravigliosa nelle foto a colori, in bianco e nero cambia. La luce nel bianco e nero si trasforma in “contrasto”, dando sensazioni completamente diverse.

    Raggio di sole nei Pinnacoli in bianco e nero
    Pinnacle Desert (WA)

 

Queste sono semplicissimi consigli per iniziare a scattare in Bianco e Nero, ma come sempre vale la mia regola aurea: provate, sbagliate e riprovate.

Solo scattando foto, foto e ancora foto, riuscirete a capire cosa veramente volete raccontare.

Non ci sono regole: la prima regola in fotografia è rompere la regola.

Provate, scattate perchè guardando vedete qualcosa di più del verde dei prati e il rosso dei fiori. La fotografia in bianco e nero è davvero qualcosa di speciale. Ti permette di abbandonare l’eccesso e ti fa concentrare su ciò che è importante in quell’immagine.

Se ti soffermi a guardare queste foto, ognuna va diretta all’anima, perchè toglie anzichè aggiungere. Oggi siamo abituati ad aggiungere, pensiamo alle miriadi di foto su Instagram dove si usano filtri di ogni genere. Aggiungi colore, aggiungi il sole, aggiungi. E invece, quanto è bella una semplice foto del mare con le sue linee naturali?

Forse il Bianco e Nero non è solo un modo di fotografare, ma anche un modo di vivere. Meno è meglio.

Airone in Brasile
Heron in Amazon

 

Io adoro questo modo di raccontare il mondo, a volte mi perdo anch’io nei colori, ma poi mi fermo e riguardo le foto in bianco e nero, le stesse che ho mostrato a voi in questo articolo, e tutto ritorna a posto. Ogni tassello nella mia testa riprende il suo posto magicamente.

Queste foto raccontano tanto di me e del mondo.

Perchè, non smetterò mai di sottolinearlo, le nostre foto non sono solo attimi di ciò che vediamo, ma sono il nostro modo di vedere il mondo. Siamo noi riflessi nelle nostre foto.

Sono le emozioni, le sensazioni, le paure e la gioia tutte raccolte in un click.

E voi, preferite fotografare a colori o in B&W?

 

👉 Come fotografare la luna e le stelle

👉La lunga esposizione in fotografia

 

Pescatori sul lago Inle
Lake Inle, Myanmar

 

48 Replies to “Fotografare in Bianco e Nero per vedere le sfumature del mondo”

  1. Adoro la fotografia in bianco e nero, anche se mi ci sono cimentata molto poco. Utile la guida, soprattutto per quel che riguarda il fatto di pensare in bianco e nero, perché la fotografia è come un linguaggio, e come tale non va tradotto ma pensato. Grazie, ne farò tesoro, non l’avevo mai vista sotto questo aspetto

  2. Quanta emozione nelle tue foto e nelle tue parole Anna. Concordo con te: il bianco e nero fa emergere l’essenza del mondo. E se riguardo alcune delle foto che ho scattato e a cui sono più legata, sono in bianco e nero. E ricordo lo stupore quando si ritiravano i rullini sviluppati ed alcune foto erano proprio come le avevi immaginate nella tua testa. Scattare in analogico per me aveva una poesia diversa anche se il digitale ci ha regalato infinite potenzialità.

    1. Grazie Laura, concordo in tutto ciò che hai detto. I rullini, quasi nostalgia, ma il digitale ci ha aperto un mondo

  3. Ho letto il tuo articolo tutto d’un fiato. Le foto in bianco e nero per me sono legate ai ricordi d’infanzia. Quelle foto che scattava mio nonno e che erano tutte in bianco e nero ( forse non c’era il colore?) e non ho mai pensato fosse necessario altro. Condivido tua idea che il bianco e nero “scarta il superfluo”: quando riguardi la foto ti accorgi che è proprio bella così, nella semplicità delle sue linee.

  4. In tutta onestà sono per il colore. Per me la scelta di un certo colore è emozione e sentimento, espressione di uno stato d’animo ben preciso. Il colore è un messaggio, esattamente come una linea. Però resto affascinata da chi sa comunicare senza usare i colori, primo tra tutti ti consiglio, se ti capita, di andare a vedere qualche mostra di Salgado dedicata a Genesi, il suo lavoro più imponente. Emozione pura.

    1. Grazie Sara.Io sono per enrambe, adoro la fotografia quindi ogni sua sfumatura per me è arte. Importante è che trasmettino qualcosa, una emozione questo per me è importante, poi che sia a colori o b&w non importa,

  5. Che foto meravigliose, complimenti davvero! Questo post capita proprio nel momento giusto, giovedì inizierò un corso di fotografia, quindi i tuoi consigli torneranno sicuramente utili!

    1. Bene Martina, allora dai un occhiata anche a quelli sulla luna esposizione e le stelle, che sono più tecnici.

  6. Amo le foto in bianco e nero. Danno un tocco magico in più al soggetto o al momento che vogliamo immortalare, che magari in una foto a colori non renderebbe al massimo l’atmosfera.

  7. Le foto in bianco e in nero hanno sempre il loro gran fascino, io le adoro!
    E complimenti per le tue foto, sono fantastiche, brava!

  8. hai ragione quando dici che la foto va pensata in bianco e nero e che non basta un filtro, anche io come te sono passata dalla classica macchina a rullino a quelle ultra moderne che si collegano anche a internet. Ma resto sempre affezionata alla mia macchina con rullino che ogni tanto uso ancora e solo per le foto in bianco e nero

  9. Parole sante! Il bianco e nero è già negli occhi di scatta, non è una specie di filtro da aggiungere al computer! Che splendore la fotografia del leone in Namibia!

  10. Partendo dal presupposto che io amo la fotografia, credo che in bianco e nero sia tutto più magico. Alcune fotografie sembrano “vive” e la mia preferita di questo articolo è la Cute child in Madagascar.. meravogliosa!!

  11. Mi ha colpito moltissimo quando dici che la foto va pensata in bianco e nero. Sei diventata davvero una fotografa professionista Anna. Si vede da come con tanta pazienza spieghi come fare scatti bellissimi ma si vede soprattutto quando parli di ciò che vedi tu nella fotografia. Hai un occhio attento ai dettagli e alle emozioni che anche in fotografia si possono trasmettere! Bravissima <3

  12. Amo vedere il mondo a colori ma ogni tanto anche le mie foto subiscono l’effetto vintage, in bianco e nero, che ha i suoi vantaggi. Rende più belle, appiattisce le rughe e fa diventare i paesaggi incredibili

    1. Anche io adoro i colori, ma le foto in bianco e nero hanno un sapore diverso. grazie cristina per essere passata

  13. Il bianco e nero è poesia… l’ho sempre amato. Mi manca la “vecchia” macchina, i rullini che (ahimè) non si potevano cambiare a seconda del soggetto che si voleva catturare. E le foto si stampavano. Ora, non so te, ma io ho solo dei gran file. Che brutto…

  14. Farò tesoro di questa tua mini guida per scattare in bianco e nero!
    Amo le foto a colori e le forti emozioni che riescono a trasmettermi. Trovo il biano e nero sofisticato ed elegante ma, non ho ancora trovato la mia ispirazione per scattare in bianco e nero .. e quelle poche volte che le faccio non sono mai del tutto soddisfatta! Metterò in pratica qualcuno dei tuoi suggerimenti e proverò a vedere se cambiano le sensazioni che provo!

    1. conoscendoti Ale, fari foto bellissime in bianco e nero, ma giustamente , quando tu deciderari di scattarle così

    1. grazie antonella, quella bimba piace tanto anche a me. infatti è una delle poche foto che ho stampato

  15. Io amo vedere il mondo a colori ma trovo il bianco e nero davvero elegante. Ci sono delle foto che post-produco anche in bianco e nero, sono soprattutto quelle con la luce molto intensa.

    1. anche io amo i colori, ma a volte alcune foto in bianco e nero sono quasi più colorate di quelle a colori. Questo è ciò che mi affascina del B&W. grazie per essere passata

  16. Complimenti, le vostre foto sono sempre molto emozionanti.
    La vecchia Canon a rullino di cui parlavi all’inizio dell’articolo mi ha fatto provare un senso di attesa, quando si scattavano le foto e si aspettava con grande attesa di andarle a ritirare dal fotografo! Non sono una nostalgica… ma forse il rullino ci costringeva ad una lentezza che oggi abbiamo dimenticato nello scattare le foto… non era poi così male secondo me!

    1. Già ELisa, il tempo dei rullini e l’aspettare le foto sviluppate, quasi come fossimo un papà in sala d’attesa. La lentezza, io quando viaggio la porto sempre con me

  17. Ho lavorati tanti anni fa in uno studio fotografico. Ho imparato a stampare con gli acidi, anche se già avevamo le macchine di ultima generazione per sviluppare rullini e stampare foto di massa. Ho imparato a scattare in bianco e nero dal mio datore, sprecando rullini appositi, che tra l’altro costavano anche un botto in B&N. Ora con i filtri è tutto più semplice, ma meno artistico mi spiace. Abbiamo perso il metodo. Io per prima. Purtroppo.

    1. Oh già, hai ragione. Anche io da giovane ho lavorato per uno studio . Mi sono anche comprata l’attrezzatura per la camera oscura, ma oggi, davvero si è persa un po’ quella magia, tutto troppo semplice. forse tornare un po’ alla manualità non sarebbe male

      1. Il problema é che costa tutto molto. Dai rullini, allo sviluppo etc. Per non parlare della reperibilità! Li si vedeva il bravo fotografo. Dovevi scattare bene, perché nn avevi nessuna possibilità di correggere, modificare le luci, aprire gli occhi o cocorite gli occhi rossi. Era un arte

        1. Giustissimo Annalisa, oggi fra filtri e photoshop si fa fatica a capire la bravura (anche se guardando bene una foto si vede se c’è mainpolazione o meno). Per me vince sempre la semplicità

  18. La fotografia é trasmettere emozioni, é un racconto con immagini. Non posso dirti con esattezza se preferisco una foto in bianco e nero oppure una a colori. Potrei dirti che un tramonto per me é a colori, perché mi emozionano le sue sfumature, dal rosa, al rosso, al giallo, al viola. Ecco, quel momento proprio non riuscirei ad immaginarlo in bianco e nero, seppure come hai detto tu, la luce del tramonto crea un gioco di contrasto. Altre tipologie di foto si. Possono emozionarmi in bianco e nero.

    1. Grazie per il commento, concordo perfettamente. Un tramonto anche a me piace a colori, ma magari quel giorno in cui sono pensierosa e nostalgica, penserò al tramonto in bianco e nero e magari la foto riuscirà a parlare delle mie emozioni.

  19. “Pensate in bianco e nero” questa affermazione mi piace veramente tanto e trovo che sia il consiglio migliore che abbia letto in questi anni di fotografo alle prime armi. Mi piace molto e quasi quasi lo faccio il mio mantra.

  20. Anche io mi ricordo le foto con i rullini! Tornare dai viaggi ed essere sicuri di non averne perso neanche uno… sembra una vita fa. Comunque le tue parole sulla fotografia in BN mi hanno incantata, io ne ho sempre avuto un po’ di timore… le tue foto sono bellissime!

  21. Adoro fotografare e mi sono letta il tuo articolo tutto d’un fiato! Ho una Fujifilm X-T10 e mi hanno detto che rende in modo meraviglioso il bianco e nero… proverò!

    1. Grazie, ho letto belle recensioni sulla Fuji, ma non riesco ad abbandonare Canon, sono nata con lei più o meno! Cmq fammi sapere come va con la Fuji xt10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.