Dove dormire: dagli Hotel a sotto le stelle

Dove dormire: dagli Hotel a sotto le stelle

Dove dormire quando andiamo in viaggio? Hotel, alberghetti, alloggi tipici, campeggio o ..macchina. Quale scegliere?

Dove dormire è un argomento del viaggio che richiede molto tempo,  ma è anche il momento che io adoro nei viaggi. La scelta cambierà il tipo di viaggio, cambierà sicuramente il ricordo che avremo del posto e, potrebbe trasformare un semplice “giro”, in un viaggio indimenticabile o, anche il contrario.

Quindi, prima di decidere come e dove prenotare, bisogna capire cosa vogliamo sia il nostro viaggio e, soprattutto, cosa è meglio utilizzare in base a dove andiamo. Si, sicuramente ci sarà qualcuno che odia la tenda e qualcuno che odia i 5 stelle.

Ma alcuni posti al mondo richiedono un 5 stelle, così come altri richiedono il campeggio, al contrario potremmo rovinare un viaggio, non viverlo pienamente e soprattutto farlo diventare un banale “giro”.

Dobbiamo rispondere a tre domande:

  • che tipo di alloggio scegliere
  • prenotare prima o scegliere strada facendo
  • come e dove prenotare l’alloggio

CHE TIPO DI ALLOGGIO SCEGLIERE

Albergo, hotel, alberghetti, B&B ci sono decine di tipologie fra cui scegliere.

Ogni paese ha delle sue peculiarità che portano a scegliere un tipo rispetto ad un altro:

  • nel Nord America non esistono molti B&B, ci sono al contrario moltissimi Hotel, Motel, sia delle grandi catene alberghiere sia a conduzione familiare;
  • in Sudafrica, invece, al di la degli Hotel delle principali catene, si trovano moltissimi B&B carini, puliti, spesso con l’immancabile piscina, diffusi in tutto il paese;
  • in Australia, ci sono meno B&B e più case in affitto o stanze in affitto;
  • nel Sud America ci sono le tipiche “posada” colorate e a conduzione familiare;
  • in Giappone ci sono i “riokan”, dai prezzi elevatissimi, ma che sono uno degli emblemi nipponici;
  • negli Emirati Arabi passiamo dagli hotel a 5, 6 e 8 stelle a campi tendati a 5 stelle, scordiamoci qui i B&B;
  • nelle zone desertiche o selvagge, il campeggio è la migliore soluzione per poter vivere a contatto con la natura o gli animali.

Queste, sono solo alcune indicazioni che fanno capire come la scelta sia vasta, ma, a volte, anche dovuta.

Un capitolo a parte merita il campeggio, perchè e ciò che io chiamo pura vita. Non sono figlia di un campeggiatore e quindi mi sono innamorata della vita da campo solo dopo i 20 anni.

Come capire cosa possiamo trovare?

La cosa piu rapida, oltre a leggere le notizie sul web o le guide turistiche (come la nota Lonely Planet) , è andare su www.booking.com o www.airbnb.com,  così da capire cosa c’è in zona.

Ho preso i due principali siti di ricerca alloggi che coprono, uno, gli hotel, motel, ostelli, appartamenti e campeggi ed il secondo, stanze, studi e appartamenti privati.

Una valida scorciatoia è anche andare su www.Tripadvisor.com e curiosare fra le tipologie di alloggi presenti.

Attenzione. Non limitatevi però solo alla città di arrivo, ma esplorate anche le città lungo l’itinerario del viaggio, perché, generalmente, dove c’è l’aeroporto  si trovano alberghi ma magari nel resto del paese ce ne sono pochissimi.

In Baja California, ad esempio, abbiamo trovato pochi Hotel o campeggi lungo la penisola, ma ce n’erano centinaia nelle città a nord e a sud (Tijuana o Cabo San Lucas).

PRENOTARE PRIMA O STRADA FACENDO

Prenotare prima significa pianificare a puntino il viaggio, significa rispettare i tempi e i tragitti, non possiamo permetterci di cambiare programma, a meno che non prenotiamo con l`opzione “cancellazione gratuita”.

Questo significa spesso risparmiare, ma vuol dire anche comprare a scatola chiusa.

Si stanno sviluppando siti che hanno fatto della diversità fra quanto pubblicato dai titolari e le foto reali, il loro punto di forza, ad esempio www.oyster.it.

Io utlizzo spesso anche Tripadvisor per verificare, dalle foto dei viaggiatori, come è realmente un posto.

La scelta fra prenotare prima o dopo dipende dal tipo di viaggio, dal nostro essere iper-organizzati o dal volere essere liberi di scegliere dove e quando fermarsi.

In generale, come evidenziato più volte, un itinerario di massima è importante per riuscire a vedere ciò che vogliamo, ma un pò di flessibilità da quel senso di libertà che un viaggio, per essere tale, dovrebbe avere.

Dove dormire Emirati Arabi Moschea di Abu Dhabi

Bisogna sempre considerare il periodo ed il posto in cui andiamo, in quanto cambia la risposta alla nostra domanda sul quando prenotare e dove dormire.

In Islanda, ad esempio, le strutture ricettive sono poche rispetto al flusso di turisti, soprattutto nei mesi di alta stagione da giugno a settembre. E’ fondamentale, quindi, prenotare in anticipo da casa, a meno che non si scelga di dormire in auto (che può essere una bella scelta, ma non per l`intero viaggio).

Negli Stati Uniti invece, ci sono talmente tanti alloggi che non conviene prenotare, anzi la presenza di “magazine coupon” sparsi nei locali e nei distributori di benzina, consente di alloggiare a prezzi ben inferiori che andando sui siti web. Fa eccezione New York, che ha tantissimi hotel/B&B, ma conviene pernotare da casa con largo anticipo (magari approffittando dei black friday o cyber monday- vedi volo aereo).

In Australia non vi sono i coupon, ma si possono tranquillamente trovare alloggi di qualsiasi tipo anche lungo il percorso. E’ bello sceglierli guardandoli dal vivo, piuttosto che dalle foto su internet.

In Africa, campeggi, hotel e B&B ce ne sono tanti, ma, mano a mano che ci si allontana dalle principali città e ci si avventura verso  la savana, è piu facile trovare campeggi o lodge, piuttosto che hotel. Pernottare in anticipo non serve, se siamo flessibili, ed in Africa si impara ad essere molto flessibili.

In Asia, si trovano molti Hotel ed Alberghetti, non è difficile trovare alloggio nel corso del viaggio, ma per gli alberghi più grandi, spesso, conviene acquistare on-line piuttosto che di persona, perchè costa meno.

In generale, se il viaggio che stiamo organizzando è un viaggio non itinerante, allora è meglio pernotare in anticipo. Se, invece, è un tour del paese, meglio non pernottare tutti gli alloggi ma solo l`hotel del giorno dell`arrivo e/o della partenza. Il “dove dormire” non deve trasformarsi nell’ansia di arrivare nel posto prenotato.

Hotel, Dove dormire, Spagna

Visitare un paese non deve essere solo macinare chilometri e chilometri per arrivare.

Il viaggio lungo la strada, le soste per ammirare il paesaggio o quel particolare, svoltare nella prima via a destra perchè “ci ispira”, questo è viaggiare.

Fermarsi ad un piccolo bar di una piccola cittadina sonnolente per prendersi una bevanda color arancione calda che chiamano caffè. Chiedere alle persone del luogo dove si trova quel posto, che sulla guida ci dicono essere la principale attrazione, e scoprire, dalla loro faccia, che non è nulla, se non una delle tante cretinate per turisti.

E` lungo il percorso che impariamo a conoscere il paese. Partendo alla mattina presto e incrociando la gente che, a piedi, va verso il mercato o scorgendo, in un pomeriggio afoso, le donne dai vestiti sgargianti, stendere i panni bagnati sopra i cespugli impolverati.

Viaggiare è vivere il posto, accettare gli imprevisti, farsi coinvolgere dalla gente, dagli odori e dai colori.

COME E DOVE PERNOTTARE L’ALLOGGIO

Nei  primissimi viaggi fatti,  mi sono arrangiata con le brochures che mi facevo spedire dai consolati o uffici turistici. Poi, anche gli uffici d’informazione in giro per il mondo, sono diventati paper less,  e così mi sono adeguata. Ma mi manca molto ricevere posta da Ambasciate dagli indirizzi strani 🙂

Oggi chi naviga trova centinai di siti dove prenotare, dove fissare il “dove dormire”.

Ne ho riportati solo alcuni, quelli da me testati personalmente, e che trovo utili ed interessanti:

– uno dei siti più visitati, anche perchè il più storico, è www.booking.com che ha ampliato la sua offerta non solo agli hotel ma anche ad appartamenti/studi privati. Qui si trova sempre e i prezzi sono concorrenziali. Se poi lo utilizzate spesso e diventate “clienti genius” (10 prenotazioni) potete avere  sconti e bonus;

– un altro sito utile è www.AirBnb.com , cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni, che offre soluzioni di case in affitto da privati, appartamenti, o solo stanze;

– una valida alternativa ad AirBnb è www.flipkey.com, sito di proprietà di TripAdvisor che offre oltre 30.000 alloggi in tutto il mondo;

– www.skyscanner.com, www.kayak.it e www.trivago.it  cercano fra i vari siti di hotel la struttura ideale, in base al luogo, alle caratteristiche, alle stelle… il tutto filtrato da noi;

– www.amoma.com,  sito relativamente recente che a volte fa degli sconti incredibili, da utilizzare soprattutto su viaggi nelle principali città (vedi post  codici sconto viaggi); 

– www.Expedia.com  o www.Logitravel.com offrono buone combinazioni volo+hotel;

– di recente ho riscoperto Agoda, che usavo pochissimo, ma che di recente si sta proponendo con prezzi eccezionali, introvabili altrove. Da provare, vedi post  codici sconto viaggi

sotto le stelle, non è un sito, ma è una bellissima alternativa da provare solo in posti che veramente lo meritano e che siano sicuri.  Nel deserto australiano, lontani chilometri dal primo centro abitato, nel deserto del sahara attorno ad un fuoco. Oggi questo tipo di alloggio è  sempre più difficile da trovare perchè pochi sono i posti isolati, dove si possa dormire  in macchina con le porte aperte e stare tranquilli. Se lo trovate, almeno per una notte, provatelo, non solo è economico ma sarà un ricordo che vi rimarrà impresso nella memoria per sempre.

Consiglio: non decidete a priori per che tipo di alloggio optare. Fate un giro fra i vari siti di hotel e cercate di capire bene cosa vi piace per quel viaggio.

Le foto sui siti sono sempre accattivanti, leggete bene cosa offrono gli hotel/alloggi. A volte non è chiaro nella descrizione sul sito web. Se cercate una cosa che per voi è importante e nella descrizione non la trovate, molto utile è leggere i commenti sui siti tipo Tripadvisor o Booking.

Principali punti da verificare quando si sceglie il “dove dormire”:

  1. la colazione, in molti posti fare colazione fuori significa spendere ca 20 euro a testa;
  2. carta di credito: viene addebitata subito o quando arriviamo? Ci sono commissioni?
  3. cancellazione: si può cancellare la prenotazione gratuitamente o c’è un costo?
  4. wifi: c’è il wifi nella struttura? E’ gratuito o quanto costa?
  5. l’hotel / l’alloggio  è in zona tranquilla?
  6. ci sono mezzi di trasporto nelle vicinanze?
  7. ci sono locali per pranzare/cenare da raggiungere a piedi?

Se abbiamo dubbi sulla location, andiamo su google maps satellitare e guardiamo attorno.

Magari ogni tanto provate anche qualcosa di diverso, sperimentate alloggi che mai e poi mai pensavate di utilizzare: viaggiare è questo.

Dove dormire, western australia sud
Western Australia sud

15 Replies to “Dove dormire: dagli Hotel a sotto le stelle”

  1. Bello questo post e soprattutto molto utile. L’ho salvato e lo rileggerò attentamente appena studierò il prossimo itinerario di viaggio. Le informazioni che hai messo sono preziose. Grazie

  2. A me piace tantissimo dormir all’aperto, sotto una coperta di stelle! Quando ero piccola ho fatto campeggio per tantissimi anni sugli Appennini Reggiani. Sono state esperienze molto emozionanti e le ricordo perfettamente come fosse ieri! Ma il posto più incredibile dove ho dormito è sicuramente sotto le stelle del deserto del Wadi Rum e in quello del Sahara! Mamma mia… Ma dormire in un Riokan è nelle mia lista delle cose da fare!

  3. Quando io e mia sorella eravamo piccole siamo state spesso in campeggio… ne ho dei ricordi bellissimi. Ora preferisco l’albergo e il maso in estate in Alto Adige. Ottimi consigli i tuoi…brava!

  4. In questo post ci sono ottimi spunti di riflessione, oltre al nome di un paio di siti che non conoscevo e ora terro’ d’occhio. Aggiungo che le esigenze ed il modo di viaggiare cambia nel tempo: quando avevo 20 anni ho dormito spesso in macchina o campeggiando liberamente senza aver nessun problema. Ora da mamma cerco tendenzialmente appartamenti per avere piu’ spazio e liberta’. In un “On the road” e’ bello poter decidere piu’ all’ultimo durante il viaggio, ma giustamente bisogna tenere in considerazione alloggi disponibili vs. turisti in giro in quel periodo.

    1. Si, hai perfettamente ragione, il modo cambia quando si è giovani, se single o coppia, figli o no… Ma è questo il bello, non credi?

    1. ciao Giovy, anche io adoro il campeggio, infatti ho scritto un post dedicato a questo mondo fantastico. Se ti va di leggerlo mi farebbe piacere avere un tuo parere.

  5. Anna ho letto molto volentieri questo articolo . Ultimamente trovo che la cosa più difficile quando organizzo un viaggio è quella di individuare la sistemazione per la notte . Le case e gli alberghi hanno cominciato ad avere lo stesso prezzo ed avere più siti di riferimento permette di fare confronti. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.