Australia costa ovest: itinerario da Perth a Perth

Australia costa ovest: itinerario da Perth a Perth

Australia costa ovest è il viaggio on the road per eccellenza, quello su strade rosse, quello in mezzo al nulla, accompagnati dal cielo azzurro e dal mare blu.

Si vede che vivo qui, vero? A parte gli scherzi, è una delle zone meno battute ma più affascinanti del Continente Rosso.

Il Western Australia non è molto conosciuto. Sono solo pochi anni che è entrato nei circuiti turistici, ma non è ancora la meta principale per chi visita l’Australia, al contrario della costa est.

Questo itinerario prevede arrivo e partenza da Perth, così il volo costa meno. Noleggio auto sempre su Perth, altro fattore che abbassa il prezzo.

Mete principali Australia costa Ovest:

Rottnest Island, l’isola dei Quokka

una giornata in giro per l’isola in bicicletta. Rottnest è facile da girare, in bicicletta o con il bus turistico. Qui non ci sono automobili. Il mio consiglio è prendere la bicicletta (si acquista direttamente assieme al biglietto oppure si noleggia nell’isola) e andare a zonzo. E’ l’unico modo per scoprire le sue baie (sono ben 63), fermarsi, fare un tuffo e riprendere la bici.

Ma soprattutto è ideale per incontrare i piccoli marsupiali, i Quokka, che lungo la strada si nascono sotto gli alberi in attesa che arrivi qualcuno con cui scattarsi un selfie (in realtà loro cercano cibo, ma sarebbe vietato).

Dritta: se volete risparmiare, verificate nei due siti dei ferry che portano all’isola, perchè il Rottnest Express fa sconti per il giorno del compleanno, mentre Rottnest Fast Ferry bici gratis se si va di giovedì.

Australia costa ovest

York e Northam

cittadine storiche. Nell’Australia Occidentale, non c’è molto da vedere per chi è appassionato di storia, ma questi due paesi, assieme a Fremantle, sono sicuramente le aree più antiche. Entrambe si trovano nella zona ad est di Perth, zona collinare che da agosto a ottobre si colora di giallo grazie agli immensi campi di canola. Uno spettacolo per gli occhi.

york e northam e i campi di canola

Karijini National Park

Del Karijini national park, trovate tutti i particolari e cosa vedere nell’articolo specifico. Questo parco è incredibile, uno dei più affascinanti dell’Australia costa ovest. Ma anche uno dei luoghi più difficili da raggiungere perchè richiede tanti chilometri, si mangia tanta polvere (e mosche) e si incontrano pochissime persone.

Per me pura magia: rocce rosse, gole profonde, piscine naturali e cielo turchese.

karijini national park, australia ovest

Coral Bay

la barriera corallina dell’ovest australia, Ningaloo Reef, Patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’Unesco nel 2011. Coral Bay è un piccolo villaggio affacciato sull’Oceano Indiano, famoso per i suoi “amici animali” che qui vengono in vacanza.

Ci sono escursioni che permettono di avvicinarsi a molti animali marini, dipende dal periodo in cui si va:

  • squali balena, ci sono sempre, ma il periodo ottimale va da marzo a agosto;
  • balene di Humpback,  passano per la Ningaloo Reef da agosto a ottobre
  • tartarughe verdi marine, soprattutto da aprile a giugno
  • deposito delle uova delle  tartarughe: da ottobre a dicembre (schiusa da gennaio a marzo)

Periodo da evitare: da gennaio a marzo ci possono essere cicloni e fa molto caldo

australi acosta ovest, ningaloo reef

Shark Bay

Alcuni chilometri sotto Ningaloo Reef arriviamo a Shark Bay, famosa per l’incontro con i delfini e la spiaggia di sole conchiglie. Ed è qui che si trova una delle zone più assurde meravigliose dell’Australia, Francois Peron National Park, un paradiso.

scorcio di blue lagoon

Per arrivarci bisogna avere un fuoristrada o partecipare ad un tour di mezza giornata.

 

Francois Peron National Park

 

Kalbarri N.P

luogo fatto di rocce rosse, baie “drammatiche” , onde altissime e gole. Vicino a Kalbarri si trova anche la Hutt Lagoon, ovvero il lago rosa.

Per vedere al massimo la colorazione rosa della Hutt Lagoon, l’ideale è durante le ore principali della giornata (dalle 11 alle 13) e da settembre a dicembre.

la hutt lagoom australia costa ovest

Pinnacoli e Lancelin

siamo a due ore di strada a nord di Perth, e ci troviamo nel bel mezzo di due deserti dai colori opposti. I Pinnacoli, ovvero deserto giallo, con le sue strane rocce a punta. E Lancelin,  il deserto bianco, dove alte dune, che sembrano montagne innevate, sono li in attesa di giocare con voi. Quad o sandboard, ci si diverte come matti.

Consiglio: appassionati di canguri e koala? Non perdetevi lo Yanchep National Park, a circa mezz’ora da Lancelin.

pinnacoli, western australia

Busselton e Bunbary

scendendo verso sud, si attraversa la zona di Mandurah (con il Lake Clifton famoso per le tromboliti), e si arriva a Bunbary (incontro con i delfini) e Busselton, piccola cittadina con il pontile di legno più lungo dell’emisfero meridionale. Da Busselton inizia una delle zone più famose per gli australiani, la Margaret River Region (vitigni che si affacciano sull’oceano).

Consiglio: se avete un giorno a disposizione, fermatevi a Rockingham, fra Perth e Busselton, e fate l’escursione a Pinguin Island, un isola piccolissima ma ricca di fauna selvatica.

penguin island, australia costa ovest

Denmark e Albany

ci troviamo nella parte più meridionale dell’Australia costa ovest. Denmark è spiagge, Albany è spiagge e rocce. Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta in quanto a spiagge: spiagge bianche e spiagge a scogliera, colori azzurri e verdi, rosse rosse e rocce nere. Non saprei davvero quale baia consigliare.

Da non perdere: prendetevi una giornata per girovagare in mezzo alle foreste di Tuart, altissimi eucalipti e soprattutto, per ascoltare gli alberi, attraversando il pontile nella Valley of Giants.

albany, the Green Pool particolare

Esperance

piccolo villaggio di pescatori che nasconde una gemma dell’Australia. Una delle spiagge più belle mai viste: Lucky Bay. Non è solo il suo colore turchese e azzurro, non è solo il bianco della spiaggia che contrasta con il verde brillante dei cespugli. E’ soprattutto il silenzio,  interrotto solo da “slik slik”, il rumore dei piedi nudi sulla sabbia finissima. Impossibile da descrivere, solo da vivere.

Consiglio: la zona è remota. Bella sempre, ma per viverla al meglio, il periodo ideale va da ottobre a maggio. In inverno fa troppo freddo e c’è troppo vento.

western australia sud
Lucky bay

Hyden

ovvero la città della Wave Rock, la roccia che si crede un onda. E’ un posto davvero magico, una tappa obbligatoria se si va nel sud dell’Australia e si rientra a Perth. Hyden si trova a circa 4 ore di strada da Perth. Bastano poche ore per visitarla.

western australia sud

Costi e altri aspetti da considerare per l’itinerario Australia Costa Ovest:

  • servono almeno 20 giorni
  • viaggio in auto, circa 5300 chilometri, strade asfaltate o di terra battuta, percorribili senza il fuoristrada 4×4
  • viaggio che si può fare ogni periodo dell’anno, considerate che al sud in inverno può fare molto freddo, quindi se viaggiate da giugno a settembre, portatevi un bel maglione;
  • prezzo medio per persona  dai 2700 ai 3400 euro a persona, a seconda del tipo di alloggio/auto si sceglie (senza considerare tour, entrate e cibo)

Consiglio: questo viaggio si trasforma in un viaggio nei colori, se fatto a settembre-ottobre, perchè siamo in piena wildflower season

australia costa oves durante la stagione dei fiori

Pronti a partire per l’ Australia Costa Ovest?

L’itinerario può essere personalizzato in base ai giorni a disposizione, togliendo la parte nord o la parte sud del Western Australia, in base al periodo di viaggio.

Se si hanno più giorni a disposizione, invece, si può allungare al nord fino a Broome, la città delle perle, con escursione nel Kimberley, una delle zone più remote, particolari e inabitate dell’Australia.

Qualunque sarà il vostro itinerario, l’Australia Costa Ovest vi affascinerà.

Nella scelta di quale parte del Western Australia visitare, considerate che:

la parte nord è più selvaggia, meno popolata, meno paesi (diciamo quasi assenti), benzina nelle Roadhouse ogni 200 chilometri circa. Non ci sono molti posti dove dormire. Patria dei lunghi stradoni, quelle strade rosse a volte noiose che io adoro. Qui i colori dominanti sono rosso e azzurro.

la parte sud, è più abitata, ci sono molti paesi, nessun problema per trovare benzina o da dormire. Qui si trovano le immense fattorie, enormi foreste e baie. I suoi colori: azzurro e verde.

Se volete approfondire la conoscenza del Western Australia, potete divertirvi a leggere i miei racconti. Sono storie della mia vita qui nell’Australia Costa Ovest, racconti che vi porteranno a scoprire nuovi posti e luoghi inusuali, quelli che solo chi ci vive conosce.

Ma leggerete, anche, di simpatiche scoperte, come la storia delle ciabatte smarrite o di come ho imparata il modo di salutare.

Scoprite l’Australia Costa Ovest attraverso il mio blog

👉Viaggio al Nord del Western Australia

👉 Viaggio al Sud del Western Australia

Qui trovate la mappa con tutti i luoghi dell’Australia costa ovest di cui ho raccontato esperienze, emozioni o semplicemente le mie avventure.

26 Replies to “Australia costa ovest: itinerario da Perth a Perth”

  1. Amo leggere articoli sull’Australia e guardare le foto perché mi permettono di fantasticare su una realtà che sento così diversa da quella italiana.
    Pensa che da bambina, sfogliando un album fotografico sull’Australia che qualcuno mi aveva regalato, mi ero messa in testa che “da grande” avrei adottato un dingo 🙂

  2. Mamma mia che bello!!! Credimi mi viene da piangere nel vedere questi posti stupendi!! Confido di fare anch’io un giretto di qualche settimana in Australia .. sooner or later!

  3. Anche questo lo metto tra i tuoi articoli che ogni tanto torno a rileggere per imparare cose! Prima o poi lo sai che verremo lì per fare tutta la parte a Nord… Il mio sogno sarebbe Broome e poi Ningaloo. Mi affascinano tantissimo! Rottnest alla fine secondo me bellissima ma tutti quei turisti! (Certo, anch’io ero turista, quindi…). 😘

  4. Un’altro dei tuoi bellissimi itinerari 🙂 Non vedo l’ora di tornare in Australi per visitare questa zona, che descrivi in maniera stupenda.

  5. Ogni volta che leggo i tuoi post mi emoziono e scopro posti che non immaginavo neanche potessero esistere. Vorrei poter camminare su una spiaggia bianca che fa slik slik sotto i piedi e vedere coi miei occhi una roccia che si crede un’onda… Ma lo faccio attraverso di te e ti ringrazio.

  6. Le tue foto sono davvero spettacolari. Accompagnate sempre da descrizioni dettagliate, che mi lasciano sognare. Sarebbe stupendo percorrere on the road quelle strade rosse, ed aspettare le tartarughe su quelle spiagge incantevoli.

  7. Che bello questo articolo. Credevo che dopo la nostra traversata dell’Australia da Adelaide a Darwin non credevo che mi sarebbe tornata voglia di Australia così presto

    1. per il sud del wa non è tanto il freddo, quanto il tanto vento, serve un bel piumino per stare bene, ma difficilmente si va sotto zero!

  8. Che meraviglia mamma mia…. non vedo l’ora di andarci anche io! I colori delle tue foto sono super e il tuo post mi fa venir ancora più voglia di partire

  9. Come sempre mi incanto davanti alle tue foto. Non sono mai stata attratta dall’Australia, ma da quando leggo il tuo blog sto cambiando opinione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.